Tom's Hardware Italia
Windows

Gates: Microsoft ha sbagliato la strategia smartphone

Bill Gates confessa in un'intervista che la strategia di Microsoft nell'ambito degli smartphone è stata un errore. L'azienda ha tardato troppo e ora non ha la posizione di spicco che avrebbe dovuto avere. La colpa è condivisa fra Gates e Ballmer.

La strategia di Microsoft in ambito smartphone è stata "chiaramente un errore". Bill Gates lo ammette apertamente in un'intervista con Charlie Rose andata in onda nella trasmissione mattutina CBS This Morning. Il presidente dell'azienda di Redmond ammette le sue responsabilità, ma punta il dito anche contro Ballmer.

La strategia di Microsoft in ambito smartphone

"Ci sono molte cose, come i telefoni cellulari, in cui non siamo riusciti ad arrivare in anticipo" e a ottenere la leadership di cui l'azienda aveva bisogno. Il fondatore dell'azienda rimpiange di non avere puntato prima su questo mercato: "non ci siamo persi i cellulari, ma per come li abbiamo gestiti non abbiamo potuto guadagnarci una posizione di spicco". È proprio questo l'errore, e i corresponsabili alla pari sono Gates e Ballmer.

L'attuale amministratore delegato da una parte intasca i complimenti per il lavoro svolto con Windows 8, i tablet Surface, Xbox e Bing, dall'altra deve incassare critiche sul fatto che i prodotti in questione non sono sufficienti. "Non siamo convinti (Gates e Ballmer, N.d.R.) di stare facendo tutto il possibile quanto a innovazioni".

È la prima volta che il fondatore di Microsoft punta il dito, seppure con le dovute maniere, contro Ballmer, dopo averlo difeso davanti agli investitori. Gli argomenti in discussione sono sempre gli stessi: il potenziale inespresso di Microsoft nell'ambito della mobility, dove Apple è arrivata puntualmente prima con prodotti innovativi.

L'azienda di Redmond ha dovuto vestire il ruolo da inseguitrice, con ampio ritardo sia nel settore smartphone sia in quello tablet. E se parte della responsabilità è chiaramente di Ballmer, di certo la poca lungimiranza di Gates non ha aiutato. Il suo successore è entrato in carica il 27 giugno 2008, dopo che Apple aveva annunciato il primo iPhone. Big Steve non aveva capito la portata dell'innovazione di Apple, tanto che a maggio del 2007 pronunciò la frase ormai storica "l'iPhone non ha speranza di guadagnare una fetta di mercato consistente. Non ci sono speranze".

###old1952###old

Bill Gates lo nominò lo stesso alla guida dell'azienda. E fu sempre lui a bocciare il progetto del tablet Courier, che avrebbe dovuto essere l'anti iPad. I rimpianti insomma sono legittimi, così come la condivisione del mea culpa.

Ora Windows Phone e Surface hanno le carte in regola per reclamare la propria fetta di mercato, ma ci vorrà del tempo per recuperare terreno su due concorrenti (iOS e Android) che continuano a controllare il mercato. Ballmer ha fatto fuori Steven Sinofsky con l'appoggio di Gates proprio per garantire che tutte le divisioni di Microsoft lavorino su obiettivi comuni e facciano emergere le soluzioni innovative che il mercato richiede. Cos'altro dovrebbero fare secondo voi?