Tom's Hardware Italia
Android

Google Pixel 2 XL, riparabilità sufficiente secondo iFixit

I tecnici di iFixit hanno sottoposto il Google Pixel 2 XL alla solita analisi. Il nuovo smartphone di Big G ha ottenuto un punteggio di riparabilità pari a 6 su 10. Qualche difficoltà per un'eventuale sostituzione della batteria.

Google Pixel 2 XL è finito sotto la lente d'ingrandimento di iFixit. I tecnici della nota testata hanno sottoposto il nuovo top di gamma di Big G alla solita analisi per decretare quanto sia facile o meno ripararlo in caso di problemi. Il dispositivo ha totalizzato un punteggio di 6 su 10, in una scala dove i punteggi bassi indicano delle difficoltà nello smontaggio dello smartphone e nella conseguente riparazione.

Il grande vantaggio costruttivo del Pixel 2 XL è la modularità di molte componenti, che possono essere sostituite singolarmente una volta rimosso lo schermo. Google ha inoltre utilizzato una tipologia di viti molto comunque, una scelta che facilita di molto la loro rimozione. Peraltro, ce ne sono solo 9, segno evidente di come l'azienda di Mountain View abbia progettato il dispositivo con un'occhio verso la riparabilità.

Schermata 2017 10 20 alle 14 32 13

Occorre inoltre sottolineare come lo schermo sia ancorato alla scocca mediante l'ausilio di collante non troppo difficile da rimuovere. Anche questo un aspetto molto importante, considerando come, statistiche alla mano, i display siano tra le componenti degli smartphone maggiormente esposte all'usura e a danni accidentali.

Leggi anche: Google Pixel 2 e Pixel 2 XL ufficiali, fotocamere al top

A tutto questo però fa da contraltare una particolare difficoltà nella rimozione della batteria, anche perchè il frame centrale ed i cavi del display risultano ben ancorati, rendendo ovviamente più complesse determinate operazioni. Un aspetto che ha contribuito al punteggio di 6 su 10, che ha dato al Pixel 2 XL comunque una sufficienza nell'ambito della riparabilità.

Schermata 2017 10 20 alle 14 30 57

6 su 10 è peraltro il medesimo risultato messo a segno da iPhone 8 e 8 Plus nell'analisi di iFixit, mentre a prodotti come Galaxy S8 e Galaxy Note 8 i tecnici della testata hanno assegnato un punteggio pari a 4 su 10. Insomma, al di là delle criticità specifiche, sembra che Google abbia fatto un buon lavoro nella logica di facilitare eventuali interventi sul Pixel 2 XL.

Leggi anche: Google Visual Core, il futuro per le cam degli smartphone

A conclusione dell'analisi, iFixit ha deciso di pubblicare un post sul proprio blog con un focus sulla funzionalità Active Edge dei Pixel 2, ovvero la sensibilità alla pressione dei bordi dei nuovi smartphone Google mutuata dai dispositivi HTC. 

Schermata 2017 10 20 alle 14 30 12

I tecnici di iFixit hanno spiegato come ogni set di sensori sia costituito da una striscia a doppio strato sensibile appunto alla deformazione. Quando questi bordi vengono schiacciati, lo strato esterno preme su quello interno, con i sensori che, misurando la deformazione, ottengono una rappresentazione della forza applicata. Insomma, una grande attenzione al dettaglio da parte di Google.


Tom's Consiglia

Il Galaxy A5 2017, smartphone di fascia media targato Samsung, è in offerta su Amazon con uno sconto del 30% sul prezzo di listino.