Android

Google Pixel 6 Pro vs iPhone 13 Pro Max, sfida fra giganti

Dopo aver confrontato i modelli base, oggi è il momento di mettere testa a testa e sotto la lente d’ingrandimento i due gioielli più lucenti di casa Apple e Google. Il riferimento va ovviamente ai nuovissimi iPhone 13 Pro Max e Google Pixel 6 Pro, le rispettive proposte high-end per il mercato smartphone. Quale dei due dispositivi saprà convincere maggiormente?

iPhone 13 Pro Max vs Google Pixel 6 Pro

Costruzione e design al vertice

Spendere tanto significa avere tanto. Questa la scontata, quanto legittima, osservazione che si può essere tentati a fare quando si parla di terminale da quasi (o addirittura oltre) i mille euro. A partire dal design e dal capitolo costruzione, iPhone 13 Pro Max e Google Pixel 6 Pro, si dimostrano in grado di non tradire le aspettative, con un sapiente utilizzo di materiali e una cura che potremmo definire maniacale.

Google Pixel 6 e 6 Pro

Sicuramente non sono smartphone per tutti: ancora prima che per il prezzo, per via di scelte di design che potremmo definire molto audaci (sicuramente di più sul Pixel 6 con la nuova implementazione del comparto fotografico) ma che non li fanno passare inosservati. Terminali che rientrano certamente nel mondo dei “padelloni”, con la differenziazione del pannello OLED curvo sul Pixel in contrasto con i bordi piatti di iPhone, che fa però del notch (seppur ridotto) ancora un suo tratto distintivo.

Dispositivo Dimensioni Peso Display
Apple iPhone 13 Pro Max 160,8 × 78,1 × 7,7 mm 240g 6,7″ OLED Super Retina XDR 10-120Hz Smooth Display con Ceramic Shield
Google Pixel 6 Pro 163,9 x 75,8 x 8,9 mm 210g 6,71” QHD+ LTPO 10-120Hz Smooth Display con Gorilla Glass Victus
iPhone 13 Pro

Fotocamere sempre più professionali

Detto della costruzione che conferma le aspettative, il secondo comparto e aspetto sul quale gli utenti non accettano rinunce quando si parla di dispositivi top di gamma come quelli protagonisti nel contenuto odierno, è certamente quello multimediale.

Google Pixel 6 e 6 Pro

A bordo dello smartphone Apple, così come su quello realizzato da Google, trovano spazio più lenti con specifiche diverse, in grado di spaziare dalle funzionalità zoom a quelle panoramiche. iPhone 13 Pro ha migliorato ancora ulteriormente il livello già altissimo rappresentato dal suo precedessero 12 Pro Max, andando a implementare ancora più funzionalità per il comparto video, da sempre vanto dei melafonini.

iPhone 13 Pro

D’altro canto Pixel 6 Pro rappresenta il primo grande cambio epocale a livello hardware da parte di Google per i suoi smartphone, con un ottica principale da 50MP che soppianta la seppur ottima 12MP delle scorse generazioni, andando a inserire anche una lente zoom per allinearsi alla concorrenza e come da richieste degli utenti.

Dispositivo Fotocamere Principale Fotocamera Anteriore
Apple iPhone 13 Pro Max 12MP f/1.5 Principale 26mm, Sensor shift OIS
12MP f/1.8 Ultra Wide 13mm 120° PDAF (funzione macro)
12MP f/2.8 Telephoto 77mm (zoom 3x), OIS
12MP f/2.2
Google Pixel 6 Pro 50MP Samsung GN1 f/1.9, Dual Pixel/Split Pixel Technology
48MP Sony IMX586 f/3.5 zoom ottico 4x, 20x SuperRes Zoom
12MP Sony IMX386 f/2.2, FOV 114°
11.1MP Sony IMX663 f/2.2

Batterie e prestazioni

Essere grandi significa poter ospitare batterie di grandi dimensioni e non lesinare su nulla riguardo la scheda tecnica. Elemento valido e comune per entrambi gli smartphone, che seppur con le loro diversità, si propongono come il tentativo delle rispettive aziende di non lasciare per strada nessuna briciola di potenza.

iPhone 13 Pro

Google e Apple per la prima volta si scontrano nel campo dei processori, con Big G che studia e implementa un processore proprietario (Tensor) all’interno di un proprio smartphone, pratica alla quale Apple è ormai più che abituata grazie ai propri chip Bionic.

È sempre difficile mettere a confronto architetture diverse, specialmente se nuove e specialmente se poi messe in campo su dispositivi dotati di approcci software così tanto diversi. La promessa di Google è quella di poter garantire potenza di calcolo in grado di non far sentire stacco rispetto alla concorrenza dotata magari di numeri nei benchmarck più grandi, soppesando queste mancanze grazie a un nuovo approccio incentrato sull’importanza dell’intelligenza artificiale.

Google Pixel 6 e Pixel 6 Pro

Apple dal canto suo risponde con ormai tantissime certezze nel mondo chip, con i processori Bionic ormai da anni presi come punto di riferimento nel panorama smartphone per potenza e capacità computazionali. Il tutto unito con la solita sapiente ottimizzazione, che da quest’anno potrebbe però diventare non più prerogativa esclusiva proprio per via della scelta Google di uniformarsi ad Apple in questo cruciale aspetto.

iOS vs Android, la sfida al vertice

Android e iOS, due mondi apparentemente lontani ma che stanno cercando di avvicinarsi nel corso degli ultimi anni. Google e il suo Material You provano a rappresentare un’opzione senza fronzoli, come da prerogativa Apple coi suoi iPhone, provando però a donare all’utente quel tocco di personalizzazione in grado di rendere unico e personale appunto il proprio smartphone.

Android 12

iPhone d’altra parte, seppur con alcune migliorie, continua agli occhi degli utenti (specialmente gli affezionati Androidiani) a sembrare una sorta di “gabbia dorata”, nella quale le opzioni di personalizzazione vengono messe in secondo piano dalle scelte di Apple, che pone il focus su temi considerati più importanti come privacy e affidabilità.

WWDC 2021

Prezzi e disponibilità

Cari, carissimi, senza dubbio, ma anche gli smartphone forse più completi e iconici del mercato smartphone attuale. Saranno necessari 899 euro per la variante da 128GB di Google Pixel 6 Pro (diventano 999 euro per quanto riguarda la versione con più memoria da 256GB), una cifra però di quasi 400 euro inferiore al listino base di iPhone 13 Pro Max che arriva quest’anno a 1289 euro per la versione da 128GB.

Due visioni che si assomigliano come non mai, nel tentativo di offrire sul mercato qualcosa di più di un semplice smartphone, ma il portale di accesso al rispettivo mondo delle due aziende, con occhio di riguardo al comparto fotocamere, sempre più estremizzato e “professionale”.

Quale delle due vie sceglierete?

Alla ricerca di un iPhone dall’ottimo rapporto qualità prezzo? iPhone 12 è ora disponibile su Amazon.it al prezzo più basso mai registrato!