Tom's Hardware Italia
Android

Honor 20 e 20 Pro svelati: i gemelli diversi di P30 e P30 Pro partono da 499 euro

Entrambi sono basati sul processore Kirin 980. Honor 20 Pro può anche contare su ben quattro fotocamere posteriori. In Italia, rispettivamente, a 499 e 599 euro.

Honor 20 e Honor 20 Pro sono i nuovi smartphone top di gamma dell’azienda cinese, appena presentati all’intero di un evento organizzato appositamente a Londra. Come già accaduto in passato, si tratta di dispositivi che presentano diversi punti in comune con i “cugini” di Huawei, in questo caso P30 e P30 Pro. Di contro però, vengono proposti a cifre decisamente più contenute (499 e 599 euro), il che potrebbe rappresentare un’importante spinta a livello commerciale.

Honor 20 Pro

La variante Pro è basata sul Kirin 980 abbinato a 8 Gigabyte di RAM e a 256 Gigabyte di memoria interna. Una piattaforma hardware chiamata a muovere un display da 6,26 pollici con risoluzione di 2.340 x 1.080 pixel, che occupa buona parte della superficie frontale. Non c’è il notch, bensì la solita fotocamera integrata direttamente nello schermo, di cui Honor è stata precorritrice.

In particolare, si tratta di un sensore da 32 Megapixel con obiettivo f/2.0, assistito dalle funzionalità software che ormai ben conosciamo, inclusa la modalità ritratto 3D. Sulla parte posteriore invece, esattamente come visto con il P30 Pro, ci sono ben quattro fotocamere: la principale da 48 Megapixel (si tratta del sensore Sony IMX586) con obiettivo f/1.4 e stabilizzatore ottico dell’immagine; la secondaria da 16 Megapixel grandangolare a 117° con obiettivo f/2.2; c’è poi il teleobiettivo da 8 Megapixel f/2.4 con zoom ottico 3X, ibrido 5X e digitale a 30X; infine, il quarto sensore da 2 Megapixel dedicato alle macro, con messa a fuoco fino a 4 cm e obiettivo f/2.4.

Tanta attenzione dunque per il comparto fotografico che, esattamente come visto nei top di gamma Huawei, rappresenta il punto chiave anche dei nuovi flagship Honor. Ovviamente, tutto è gestito dagli algoritmi di intelligenza artificiale dell’azienda cinese che, tra le altre cose, mettono a disposizione funzionalità come la Super Night Mode e la Ultra Clarity Mode. I video vengono registrati fino alla risoluzione 4K a 30 fps, con tanto di stabilizzazione elettronica.

La parte software è affidata ad Android 9, personalizzato con l’interfaccia Magic UI 2.1. Tutto è alimentato da una batteria da 4.000 mAh, compatibile con la ricarica rapida a 22W (caricabatterie apposito incluso in confezione). La scocca è realizzata in vetro (curvato sulla parte posteriore), mentre le varianti cromatiche disponibili sono due: Phantom Black e Phantom Blue.

Completa la connettività: Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac dual-band, supporto LTE, GPS A-GLONASS Beidou Galilelo, porta USB-C. Il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali è stato posizionato sul lato, ma c’è la possibilità di sbloccare Honor 20 Pro anche con il riconoscimento del volto. Per acquistarlo saranno necessari 599 euro.

Honor 20

La versione standard è basata ugualmente sul Kirin 980, con la RAM però che scende a 6 Gigabyte e la memoria interna a 128 Gigabyte. Il display è sempre un pannello da 6,26 pollici con risoluzione di 2.340 x 1.080 pixel, che occupa il 91,6% della superficie frontale. Anche in questo caso la fotocamera frontale è integrata direttamente nello schermo, con il solito sensore da 32 Megapixel f/2.0 e le varie funzionalità software citate in apertura.

Sulla parte posteriore di Honor 20 ci sono sempre quattro fotocamere: la principale da 48 Megapixel (si tratta del sensore Sony IMX586) con obiettivo f/1.8 e stabilizzazione ibrida dell’immagine (AIS); la secondaria da 16 Megapixel grandangolare a 117° con obiettivo f/2.2; c’è poi il sensore di profondità da 2 Megapixel f/2.4 per gli effetti bokeh; infine, il quarto sensore da 2 Megapixel dedicato alle macro, con messa a fuoco fino a 4 cm e obiettivo f/2.4.

Tanta attenzione dunque anche in questo smartphone per il comparto fotografico. Ovviamente, come già detto, tutto è gestito dagli algoritmi di intelligenza artificiale dell’azienda cinese che, tra le altre cose, mettono a disposizione funzionalità come la Super Night Mode e la Ultra Clarity Mode. I video vengono registrati fino alla risoluzione 4K a 30 fps, con tanto di stabilizzazione elettronica.

La parte software è affidata ad Android 9, personalizzato con l’interfaccia Magic UI 2.1. La batteria scende a 3.750 mAh, compatibile con la ricarica rapida a 22W (caricabatterie apposito incluso in confezione). La scocca è realizzata in vetro (curvato sulla parte posteriore), mentre le varianti cromatiche disponibili sono due: Midnight Black e Sapphire Blue.

Completa la connettività: Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac dual-band, supporto LTE, GPS A-GLONASS Beidou Galilelo, porta USB-C. Il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali è stato posizionato sul lato, ma c’è la possibilità di sbloccare Honor 20 anche con il riconoscimento del volto. Per acquistarlo saranno necessari 499 euro.

Il top di gamma Samsung Galaxy S10+ è disponibile in sconto su Amazon. Lo trovate a questo link.