Tom's Hardware Italia
Android

Huawei, il Mate 20 Pro quasi senza segreti

Huawei presenterà tra meno di un mese Mate 20 e Mate 20 Pro. Di quest’ultimo già trapelano le prime immagini ufficiali che confermano alcune caratteristiche e aggiungono nuovi dettagli sul comparto hardware delle tre fotocamere posteriori.   Secondo le immagini, anche per la serie Mate il produttore cinese ha ceduto al fascino del tanto discusso […]

Huawei presenterà tra meno di un mese Mate 20 e Mate 20 Pro. Di quest’ultimo già trapelano le prime immagini ufficiali che confermano alcune caratteristiche e aggiungono nuovi dettagli sul comparto hardware delle tre fotocamere posteriori.

 

Secondo le immagini, anche per la serie Mate il produttore cinese ha ceduto al fascino del tanto discusso notch che dovrebbe essere abbastanza pronunciato in modo da poter integrare la fotocamera frontale da 24 MP, il LED di notifica e un sistema ad hoc di riconoscimento facciale 3D.

Schermata 2018 09 25 alle 17 30 47

Le dimensioni del display non sono ancora molto chiare ma dovrebbe trattarsi di uno schermo AMOLED con una  risoluzione 3120 x 1440, mai vista prima su un dispositivo Huawei. Inoltre, il sensore biometrico dovrebbe essere posizionato sotto il display a giudicare dalla mancanza – nelle fotografie trapelate finora – di un sensore visibile sulla back cover.

L’aspetto più interessante di Mate 20 Pro è senza dubbio il comparto fotografico posteriore. Resta confermata la disposizione all’interno di un quadrato delle tre fotocamere con flash LED e vengono aggiunti dei dettagli sull’hardware della fotocamera.  Sempre sulla base delle immagini, i moduli dovrebbero essere caratterizzati da obiettivi con apertura variabile, da f/1.7 fino a f/2.4, con lunghezza focale da 16 a 80 mm.

Leggi anche: Huawei, ecco la soluzione per eliminare il notch

Inoltre, il teleobiettivo potrebbe integrare uno zoom ottico 5x – che rappresenterebbe un passo in avanti rispetto al P20 Pro – ed è ipotizzabile che il sensore monocromatico – che precedentemente aveva la stessa lunghezza focale della fotocamera principale da 40 MP – possa essere sostituito da un sensore grandangolare a colori.

Schermata 2018 09 25 alle 17 30 57

Il nuovo Mate 20 Pro dovrebbe, tra le altre cose, essere equipaggiato con il SoC Kirin 980 – presentato in occasione dell’IFA di Berlino. Se così fosse, sarebbe il primo SoC a 7 nanometri a essere implementato su uno smartphone basato su Android.  Ultima innovazione riguarda il supporto alla ricarica wireless, che finora la casa di Shenzhen ha offerto solo nei modelli della serie Porsche Design.

Leggi anche: Recensione Huawei P20 Pro

Infine, Huawei Mate 20 Pro dovrebbe arrivare in Europa nelle varianti cromatiche  Black, Blue e Twilight. Come sempre, non ci resta che aspettare le conferme che arriveranno durante la presentazione ufficiale, che avverrà il prossimo 16 Ottobre a Londra. È con questi nuovi dispositivi che l'azienda cinese cercherà di conquistare anche la fascia alta del mercato, competendo con i rivali storici Samsung e Apple.


Tom's Consiglia

Siete alla ricerca di uno smartphone ma non volete spendere cifre da capogiro? Date un'occhiata al Huawei Mate 10 Lite, dispositivo caratterizzato da un ottimo rapporto qualità/prezzo. Lo trovate su Amazon a questo link a 240 euro nella versione da 4 GB di RAM.