Android

Huawei, rischio sanzioni dagli Stati Uniti

Huawei sembra essere sotto indagine da parte del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. A riportarlo è il Wall Street Journal, secondo il quale l'accusa nei confronti dell'azienda cinese sarebbe quella di aver violato l'embargo degli USA nei confronti dell'Iran. Una situazione che potrebbe portare a sanzioni, un pò come già avvenuto con ZTE.

Come ricorderete, quest'ultima ha ricevuto una multa lo scorso anno pari a quasi 900 milioni di dollari. ZTE aveva infatti utilizzato delle società parallele per vendere tecnologia statunitense all'Iran, nonostante l'embargo. L'azienda cinese ha ammesso le proprie colpe, salvo poi premiare, anziché punire, i propri dipendenti coinvolti nella vicenda. 

Huawei

Questo ha fatto scattare un'altra sanzione nei confronti di ZTE, con il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti che ha impedito alle aziende statunitensi di vendere componentistica alla società cinese per ben 7 anni. Una vera e propria mazzata, che si somma al rischio di perdere la licenza per i servizi Google, così come abbiamo avuto modo di raccontarvi in un precedente articolo.

Leggi anche: USA contro ZTE, non potrà usare componenti statunitensi

La questione per Huawei sembra però essere differente. In questo caso infatti l'azienda sembra rischiare solo una multa in denaro, fermo restando che l'eventuale colpevolezza sia comunque tutta da dimostare. In ogni caso, la sensazione è che gli Stati Uniti stiano proseguendo con la strategia di rendere difficile la vita alle società cinesi.

Scarica il tema Huawei P20 Pro su tutti i dispositivi Huawei e Honor

Non a caso, l'espansione di Huawei è stata sempre vista con sospetto dagli USA, in quanto ritenuta un'azienda vicina al Governo cinese. A febbraio 2018 c'è stata anche una netta presa di posizione da parte dell'Intelligence statunitense, secondo la quale gli smartphone della società guidata da Richard Yu e di ZTE rappresentano un rischio per la sicurezza nazionale.

Leggi anche: L'intelligence USA contro gli smartphone Huawei e ZTE

Insomma, la questione sembra prevaricare i semplici confini di natura economica, toccando anche tematiche politiche. Sarà comunque interessante verificare l'evoluzione dell'indagine nei confronti di Huawei, soprattutto in merito alle eventuali sanzioni qualora l'azienda venga ritenuta colpevole.


Tom's Consiglia

Huawei P20 Pro, nuovo smartphone top di gamma dell'azienda cinese, è disponibile all'acquisto attraverso Amazon con già 100 euro di sconto rispetto al prezzo di listino.