Android

Huawei, utenti a bocca asciutta: niente aggiornamenti a EMUI 11 per alcuni smartphone

Brutte notizie per i possessori di alcuni smartphone Huawei. Alcuni dispositivi della nota azienda cinese non hanno ricevuto il tanto chiacchierato aggiornamento al software EMUI 11, presentato in grande stile alla Huawei Developer Conference del 2020.

Il motivo principale, secondo quanto asserito da Digital Jun su Weibo, sarebbe da imputare alla voglia di Huawei di installare HarmonyOS (che in Cina ha preso il posto di Android) sui dispositivi di vecchia gamma e su quelli più recenti.

Tra questi dovrebbe rientrarci anche Honor 9X, smartphone di fascia media basato sul SoC Kirin 710F con 4GB di RAM.

Huawei Mate 40 Pro

Tra le grandi funzionalità introdotte da EMUI 11 vi sono un Always-on-display (AOD) più smart, una migliore modalità multi-finestra, nuove animazioni e un rinnovato pannello interattivo per le notifiche. Caratteristiche davvero interessanti di cui purtroppo non tutti potranno beneficiare.

L’aggiornamento ad HarmonyOS sarebbe quindi riservato agli smartphone che non hanno ricevuto l’aggiornamento a EMUI 11 o MagicUI 4. Al momento non ci sono ancora conferme in merito, ma ne sapremo sicuramente di più ad aprile quando HarmonyOS sarà lanciato in maniera ufficiale.

Huawei P40 Lite 5G

Nel frattempo la speranza di Huawei è che possa essere finalmente estromessa dalla blacklist USA dove vi era finita in passato su decisione del precedente governo Trump. Sorte toccata di recente a Xiaomi, libera di continuare a lavorare con i propri partner globali.

Per il futuro dell’azienda cinese, invece, tutti gli occhi sono puntati sul modello Huawei 50 pro, che dovrebbe montare il nuovissimo sensore fotografico Sony IMX800, la camera più grande di sempre.

Volete uno smartphone Huawei compatto, elegante e performante? Allora il P40 Lite, disponibile nella versione da 18GB Dual Sim, farà al caso vostro. Potete trovarlo a un prezzo accessibile, qui.