Android

Intel Z2580, Z2560 e Z2520: Clover Trail+ per smartphone

Intel al Mobile World Congress non aveva delle grandi novità da mostrare, ma l'appuntamento spagnolo è stato un modo per rilanciare la propria azione nel mondo mobile partendo dai SoC Atom dual-core (nome in codice "Clover Trail+") per smartphone e tablet Android. L'azienda ha anche presentato la prima soluzione LTE multimodale e multibanda a livello globale, che sarà disponibile nella prima metà di quest'anno.

La casa di Santa Clara ha inoltre sottolineato il grande "entusiasmo" legato alla nuova piattaforma identificata dal nome in codice "Bay Trail" svelata nel corso della Consumer Electronics Show di gennaio e la costante diffusione degli smartphone nei mercati emergenti con la piattaforma basata su processore Intel Atom Z2420, nome in codice Lexington.

"Gli annunci di oggi scaturiscono dalla crescente offerta di dispositivi Intel in una serie di segmenti di mercato mobile",  ha affermato Hermann Eul, vicepresidente di Intel e co-general manager della divisione Mobile and Communications Group. "In meno di un anno abbiamo lavorato a stretto contatto con i nostri clienti per lanciare sul mercato smartphone basati su Intel in più di 20 Paesi in tutto il mondo".

Tornando Clover Trail+, abbiamo un chip dual-core a 32 nm con Hyper-Threading che a seconda del modello (Z2580, Z2560 e Z2520) è disponibile a frequenza di circa 2 GHz, 1.6 GHz e 1.2 GHz. La piattaforma integrata include anche un core grafico PowerVR SGX 544MP2 a 533 MHz, in grado di gestire non solo grafica 3D complessa, ma anche codifica/decodifica video full HD a 1080p a 30 fps, fluida e con accelerazione hardware.

Clicca per ingrandire

"Il nostro prodotto di seconda generazione offre il doppio delle prestazioni di elaborazione e fino a tre volte le capacità grafiche, mantenendo al contempo un basso e competitivo consumo energetico", ha osservato Eul. "Quando passeremo a SoC Atom a 22 nm, più avanti nel corso di quest'anno, sfrutteremo appieno l'ampio spettro di funzionalità rese possibili dal design, dall'architettura, dalla tecnologia dei transistor tri-gate a 22 nm e dalle tecnologie di produzione all'avanguardia di Intel per migliorare ulteriormente la nostra posizione".

La nuova piattaforma Atom offre inoltre funzionalità di imaging avanzate, incluso il supporto per due fotocamere, con  un sensore della fotocamera primaria fino a 16 megapixel. Questo sistema consente anche la cattura di immagini panoramiche, una modalità a raffica di 15 fotogrammi al secondo per foto da 8 megapixel, rilevamento e riconoscimento facciale in tempo reale e acquisizione di immagini HDR in movimento con de-ghosting per immagini più nitide.

Clicca per ingrandire

Questa piattaforma è al centro di Lenovo IdeaPhone K900 uno smartphone con uno spessore di 6,9 mm, dotato di uno schermo 400+ PPI da 5,5 pollici in Full HD che sarà distribuito nel secondo trimestre del 2013 in Cina, e poco dopo in altri selezionati mercati internazionali.

Sulla scia della piattaforma del processore Atom (nome in codice "Clover Trail+"), Intel ha anche presentato il futuro SoC Atom a 22 nm ("Merrifield") per smartphone. Il prodotto, già apparso in una slide diversi mesi fa, ha una microarchitettura Atom completamente nuova che contribuirà ad offrire un incremento di prestazioni, efficienza energetica e durata della batteria per gli smartphone. Purtroppo l'azienda non ha rivelato i dettagli.

Per quanto riguarda l'LTE, non c'è ancora un SoC con modulo integrato, perciò Intel offre attraverso l'ex divisione mobile di Infineon acquistata negli anni scorso il modulo XMM 7160. Il modem supporta 15 bande LTE contemporaneamente, più di ogni altra soluzione disponibile sul mercato. Intel sta già fornendo la propria soluzione dati LTE 4G single mode e avvierà la distribuzione di modelli multimodali più avanti nella prima metà dell'anno.

L'azienda sta inoltre ottimizzando le proprie soluzioni LTE parallelamente alla roadmap per i SoC, per assicurare la disponibilità sul mercato di soluzioni combinate all'avanguardia e a basso consumo. Per quanto riguarda la piattaforma Intel Atom Z2420 Lexington dedicata ai mercati emergenti, dopo Acer (Thailandia, Malesia), Lava (India) e Safaricom (Kenya) l'azienda di Santa Clara ha comunicato un accordo con Etisalat Misr, uno dei principali operatori di telecomunicazioni con sede in Egitto e una società controllata del gruppo Etisalat degli Emirati Arabi Uniti. Il frutto di questa partnership si chiamerà Etisalat E-20 e debutterà in Egitto nel mese di aprile.