Apple

iPhone 6S Plus, primi test: prestazioni notevoli e qualche sorpresa

Il sito Anandtech ha eseguito alcuni test preliminari sull'iPhone 6S Plus, rilevando prestazioni davvero convincenti, ma non solo. Ad esempio sembra che Apple abbia preso il controller dell'SSD usato nel MacBook, adattandolo al mondo mobile.

Stando alla complessa indagine di Joshua Ho, sembra che sui terminali sia presente un prodotto compatibile con archiviazione PCIe e protocollo NVMe, certamente più comuni nell'ambito dei PC desktop e dei portatili, ma non negli smartphone. Il controller gestisce memoria NAND TLC realizzata con processo produttivo 1x nanometri.

iphone 6s 2

Anandtech afferma che la memoria TLC in questione è più simile a una soluzione NAND SLC/TLC ibrida, dove la cache SLC è sufficientemente ampia da "occultare" le prestazioni ridotte della NAND TLC in scrittura – tecnologia vista in diversi SSD, come quelli di Samsung o SanDisk.

Leggi anche: iPhone 6S, recensioni positive grazie a 3D Touch e fotocamera – iPhone 6S Plus, prime recensioni positive ma il modello da 16 GB è bocciato

I test svolti dal sito indicano che "le prestazioni della NAND sono impressionanti, specialmente nei casi sequenziali. Apple ha integrato una soluzione di archiviazione mobile che non abbiamo mai visto in nessun altro dispositivo, e i risultati suggeriscono che sono avanti rispetto a qualsiasi altro OEM nel settore in modo significativo".

test iphone 6s plus 02

Per quanto riguarda il chip dual-core A9, prodotto da Samsung e TSMC come emerso dall'analisi svolta da Chipworks, i test preliminari di Anandtech dicono che prestazioni e autonomia "sono promettenti". Le prove svolte con Kraken 1.1, Google Octane v2, WebXPRT 2013 e WebXPRT 2015 via browser dimostrano che Safari è al passo con i tempi e il chip A9 offre potenza da vendere.

test iphone 6s plus 04

I test con 3Dmark non vedono l'A9 brillare nel test sulla fisica, dove le prestazioni sono determinate principalmente dalla frequenza e dalle prestazioni di memoria, il che significa che gran parte della CPU non viene usata appieno. Per quanto riguarda la grafica invece, la GPU PowerVR integrata nell'A9 supera quella dell'iPad Air di un margine rilevante.

test iphone 6s plus 03

In GFXBench si vede come Apple abbia inserito nell'iPhone 6S una GPU più potente di quella dell'iPad Air 2 nella gestione dell'OpenGL ES. Infine per quanto riguarda i primi test di autonomia, realizzati con Wi-Fi attivo, Anandtech ha ravvisato che l'iPhone 6S Plus ha raggiunto 12,9 ore di autonomia, il 6% in meno circa dell'iPhone 6 Plus. La batteria dell'iPhone 6S Plus è da 2750 mAh, a dispetto dei 2915 mAh di iPhone 6 Plus. In pratica, la differenza è tale che non sembrano esserci miglioramenti di efficienza con i nuovi iPhone 6S, ma lo stesso redattore afferma che forse il carico imposto non è tale da farli emergere.

test iphone 6s plus 01

Insomma, secondo Anandtech i primi test sono piuttosto positivi. Sono emersi importanti cambiamenti sul fronte della CPU e anche la GPU si è dimostrata davvero competitiva. Inoltre la soluzione di archiviazione più vicina a un SSD "desktop" ha rappresentato una grande sorpresa. Giudizio sospeso sulla batteria, per via del singolo test, ma in questo caso sarà interessante vedere se saranno rispettate le stime di autonomia indicate da Apple, solitamente accurate.

Apple iPhone 6 da 16 GB Apple iPhone 6 da 16 GB