Android

Mercato smartphone, primo storico passo indietro in Cina?

Un calo del 4% per quanto riguarda le spedizioni di smartphone in Cina nel corso del 2017. È quanto emerge dal nuovo report realizzato dall'istituto di ricerca Canalys, focalizzato proprio su uno dei Paesi chiave per l'intero settore dei dispositivi mobili. Un'inversione di tendenza probabilmente fisiologica, ma che apre ad una serie di considerazioni.

Scendendo nel dettaglio, il numero di smartphone spediti in Cina nel corso del 2017 sarebbe stato di 459 milioni di unità. Come detto, una riduzione del 4% rispetto al 2016 e, soprattutto, il primo segno negativo in quest'ambito dal lontano 2009. In tal senso, il grafico realizzato da Canalys consente di avere un quadro chiaro della situazione.

Mercato smartphone Cina

Tra il 2009 ed il 2013, i numeri messi a segno dagli smartphone in Cina sono stati per certi versi impressionanti. Nel 2011, ad esempio, le spedizioni hanno fatto registrare un incremento del 150% rispetto all'anno precedente, per poi assestarsi su un +88% due anni dopo. Una tendenza evidentemente spinta dalla novità rappresentata all'epoca da questi dispositivi e da un mercato certamente meno saturo rispetto a quello attuale.

Leggi anche: Mercato smartphone in Italia, boom di Huawei con +413%!

Dal 2014 la crescita delle spedizioni si è attenuata, pur continuando a far registrare segni positivi. Per poter comprendere al meglio la situazione venutasi a creare in Cina nel 2017, occorre inevitabilmente fare riferimento ai risultati raggiunti dai singoli produttori, con un particolare focus sull'ultimo trimestre dell'anno in questione.

Mercato smartphone Cina

Stando a quanto rilevato da Canalys, nell'ultimo trimestre del 2017  le spedizioni di smartphone in Cina avrebbero subito una contrazione del 14%. Huawei, nel periodo preso in esame, sarebbe stata l'unica azienda ad incrementare le consegne, con un +9% generato dai 24 milioni di smartphone distribuiti. Numeri che le hanno consentito di mantenere saldamente il primo posto.

Seconda e terza posizione occupata da Oppo e Vivo, con rispettivamente un -16% e un -7% nelle spedizioni. Quarto posto per Apple e quinto posto per Xiaomi, anch'esse con un segno meno per quanto riguarda le unità di smartphone consegnate. Insomma, sembra che il decremento di spedizioni in Cina nel 2017 sia figlio soprattutto dei risultati messi a segno dalle varie aziende nell'ultimo trimestre dell'anno. 

7901B3B8 B73F FFB1 9CD4 9307E1031DCA

Tenendo bene a mente che non si tratta di dati ufficiali, non ci sono dubbi sul fatto che questi numeri, se confermati, rappresenterebbero una tendenza da monitorare nel corso del 2018. La Cina è un Paese chiave per il mercato smartphone, ed un rallentamento in queste zone potrebbe significare una decrescita ancora più marcata a livello globale.

Leggi anche: Mercato smartphone, i brand cinesi fanno sempre più paura

Resta da capire quanto tutto questo possa rappresentare un calo fisiologico. Rispetto ai primi anni del fenomeno smartphone, oggi le aziende si ritrovano ad operare in un mercato decisamente saturo. Allo stato attuale delle cose, soprattutto in relazione alle capacità funzionali raggiunte da questi dispositivi, è difficile poter pensare ad un settore con ritmi di crescita paragonabili a quelli di qualche anno fa.

samsung galaxy x

La sensazione è che un reale salto in avanti da un punto di vista tecnologico e funzionale, sia un qualcosa di necessario per consentire agli smartphone di poter aggredire nuove quote mercato. I prossimi anni saranno cruciali in tal senso.


Tom's Consiglia

Il Galaxy Note 8, attuale phablet top di gamma Samsung, è acquistabile attraverso Amazon con uno sconto di 200 euro rispetto al prezzo di listino.

Galaxy S8 Galaxy S8