Tom's Hardware Italia
Windows

Microsoft compra i Lumia di Nokia per 5,44 miliardi di euro

Microsoft ha deciso di acquisire Nokia Devices & Services per 5,44 miliardi. L'azienda di Redmond si trasforma quindi in un produttore di cellulari e smartphone.

Microsoft ha acquisito la divisione Devices & Services di Nokia, la licenza sui brevetti della casa finlandese per 10 anni e i servizi di mappe HERE – in licenza d'uso per 4 anni. Il costo dell'operazione? 5,44 miliardi di euro.

Era da tempo che si vociferava di questa possibile intesa, specie dopo l'addio di Steve Ballmer dal ruolo di amministratore delegato della casa di Redmond e i continui trimestri in rosso di Nokia, dovuti principalmente a una lineup ancora incompleta, specie nella fascia medio-bassa del mercato.

L'accordo (qui il comunicato di Microsoft) non prevede che Stephe Elop, fino a oggi a capo di Nokia, diventi CEO di Microsoft. Il dirigente lascerà tuttavia il ruolo di presidente e AD di Nokia per diventare Nokia Executive Vice President of Devices & Services. Insomma andrà in Microsoft – insieme a Juha Putkiranta, Timo Toikkanen e Chris Weber – ma non assurgerà al ruolo di capo supremo, almeno non per il momento.

I termini dell'operazione prevedono che Microsoft versi a Nokia 3,79 miliardi di dollari per acquistare sostanzialmente tutta la divisione Devices & Services, e investa altri 1,65 miliardi per ottenere la licenza sui brevetti dell'azienda finlandese, che sono merce preziosa. Il tutto dovrebbe chiudersi nel primo trimestre del 2014, previa approvazione da parte degli azionisti di Nokia e delle autorità per la regolamentazione del mercato.

Microsoft insomma si porta a casa i Lumia, diventando così produttore di smartphone come Apple, con l'obiettivo di controllare e accelerare la diffusione dell'ecosistema Windows Phone. "È un passo coraggioso nel futuro – una vittoria per i dipendenti, gli azionisti e i clienti di entrambe le aziende. Mettere questi due grandi team insieme darà nuova linfa alla quota e agli utili di Microsoft nella telefonia e consoliderà le opportunità sia per noi che per i nostri partner", ha affermato Steve Ballmer, che lascia così un ultimo segno prima dell'annunciato pensionamento.

###old2431###old

Al posto di Elop, Nokia si è data un nuovo CEO ad interim: si chiama Risto Siilasmaa, ed è anche presidente del consiglio di amministrazione della casa finlandese. Quest'ultima, sbarazzatasi del settore telefonico, si concentrerà su alcune aree come le infrastrutture di rete e servizi, i servizi di mapping e posizionamento e lo sviluppo tecnologico in generale.

L'operazione porterà in Microsoft 32.000 nuovi dipendenti, di cui 4.700 sono in Finlandia e 18.300 sono coinvolti nella produzione, assemblaggio e confezionamento dei prodotti in giro per il mondo. Microsoft potrà ancora usare il marchio Nokia per vendere prodotti di fascia bassa come gli Asha, ma non sembra avere tale possibilità in ambito smartphone.

Una scelta probabilmente dettata dal fatto che il marchio Nokia in quella fascia di mercato ha un appeal relativo. La casa di Redmond ha infine dichiarato che questa acquisizione non cambierà nulla riguardo la sua strategia con Windows Phone: il sistema operativo continuerà a essere disponibile in licenza a tutti i produttori interessati.