Android

Mobile VOD, altro che palinsesti patacca

Pagina 1: Mobile VOD, altro che palinsesti patacca

Il mercato mobile statunitense è certamente un passo indietro rispetto all’Europa, e ancor di più rispetto all’avanguardia asiatica. Se si pensa però ai modelli di business applicati è difficile comprendere perché nel Vecchio Continente ci siamo impantanati con il DVB-H, ovvero il digitale terrestre per cellulari. La tecnologia in se potrebbe essere considerata anche valida, ma i palinsesti rubati all’analogico e in alcuni casi al satellitare – e quindi l’offerta video – lasciano ancora a desiderare. Oltreoceano il carrier Sprint ha saltato il fosso è ha lanciato la prima piattaforma pay-per-view mobile con un catalogo da far rabbrividire. Si parte con 45 film, fra novità e classici, selezionati dagli archivi Buena Vista VOD, Lionsgate, Sony Pictures Home Entertainment e Universal Pictures. I prezzi sono decisamente concorrenziali e compresi fra i 3,99 e 5,99 dollari per titolo. Dopo ogni acquisto gli utenti disporranno di una finestra temporale per lo streaming compresa fra le 24 ore e una settimana.

"I nostri clienti potranno approfittare delle loro pause quotidiane o delle attese per rilassarsi con qualche film. E nel caso si trovino con figli al seguito in macchina, lasciare che questi si divertino con titoli come Herbie: Fully Loaded o Babe", ha dichiarato Alana Muller, direttore dell’entertainment product marketing di Sprint. Il servizio, infatti, nasce per far fronte alle esigenze delle famiglie e tutti i titoli non superano il rating TV-14 (visione consigliata con i genitori per gli under 14).

Sprint non ha fatto altro che completare la sua offerta, visto il successo dello streaming sportivo con mSpot. Un servizio che include anche qualche film, TV show e concerti con un abbonamento da 6,95 dollari al mese.