Android

Motorola RAZR 2 potrebbe aggiungere i pulsanti touch laterali

Motorola RAZR non è ancora arrivato sul mercato, ma già si comincia a parlare del suo successore. Lenovo sembra aver fatto centro riportando in vita il concetto di smartphone a conchiglia applicato a questa nuova tipologia di dispositivi. Secondo quanto riferito da LetsGoDigital, di recente è stato approvato un nuovo brevetto Motorola presso l’ufficio marchi e brevetti degli Stati Uniti (USPTO) e internazionale (WIPO) che mostra come potrebbe essere RAZR 2.

Le immagini presenti all’interno del documento mostrano un dispositivo caratterizzato dalla presenza di quattro pulsanti sensibili al tocco su ciascuno dei due bordi laterali. Questa introduzione dovrebbe offrire agli utenti la possibilità di eseguire 20 funzioni sulla base di 20 diversi gesti. Di queste, 13 sarebbero funzionanti a display completamente aperto e 7 solamente quando il Motorola RAZR 2 è richiuso su sé stesso. A quanto pare, ogni sensore potrà essere associato a uno o più gesti. Non è chiaro a quali funzioni Lenovo abbia pensato.

Credit – LetsGoDigital

Inoltre, il futuro smartphone potrebbe integrare il sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali sotto al display a differenza del modello attuale che presenta un pulsante fisico. Certo, i pulsanti touch laterali non rappresentano di certo una novità (Mate 30 Pro ne è un esempio), ma per il momento nessuno smartphone pieghevole li integra.

Tuttavia, come abbiamo ormai imparato, non è detto che il brevetto possa concretizzarsi nella realtà ma ci offre un primo assaggio di come potrebbe essere il successore di Motorola RAZR, lo smartphone che ha colpito il cuore di molti per la tecnologia implementata e per quell’effetto nostalgia che lo caratterizza.

Moto G8 Plus con quattro fotocamere posteriori e sensore principale da 48 MP è disponibile su Amazon a 255 euro. Lo trovate a questo link.