Oppo e Nokia si accordano, è la fine della guerra dei brevetti in Europa?

OPPO e Nokia siglano accordo globale di licenza brevetti 5G, promuovendo collaborazione e risoluzione amichevole delle controversie.

Avatar di Luca Zaninello

a cura di Luca Zaninello

Managing Editor

La guerra dei brevetti con Nokia che ha costretto Oppo ad abbandonare alcuni mercati europei sembra essere giunta alla fine, aprendo la strada ad un ritorno in grande stile del brand nel Vecchio Continente.

Oppo ha annunciato oggi la firma di un accordo globale di licenza incrociata di brevetti con Nokia. Questo accordo comprende brevetti essenziali nel campo del 5G e di altre tecnologie di comunicazione cellulare, evidenziando la volontà di entrambe le aziende di collaborare e risolvere amichevolmente le controversie pendenti in tutte le giurisdizioni.

Feng Ying, Chief Intellectual Property Officer di Oppo, ha dichiarato: 

"Siamo lieti di aver raggiunto questo accordo globale di licenza incrociata di brevetti e con Nokia, che include la licenza incrociata di licenze per brevetti essenziali per lo standard 5G. Questo accordo riflette il riconoscimento e rispetto per la proprietà intellettuale di entrambi e getta le basi per future collaborazioni tra OPPO e Nokia. OPPO continua a sostenere canoni di royalty ragionevoli e un approccio a lungo termine alla proprietà intellettuale che supporta la risoluzione amichevole delle controversie e il reciproco rispetto del valore di tutta la proprietà intellettuale".

Jenni Lukander, President of Nokia Technologies, ha dichiarato a sua volta:

"Siamo lieti di aver raggiunto un accordo di licenza incrociata di brevetti con OPPO che riflette il reciproco rispetto per la proprietà intellettuale di entrambi, gli investimenti di Nokia in R&D e i contributi agli standard aperti. OPPO è una delle aziende leader nel mercato globale degli smartphone e non vediamo l'ora di collaborare per portare ulteriore innovazione agli utenti in tutto il mondo. Il nuovo accordo, insieme agli altri importanti accordi sugli smartphone conclusi nel corso dell'ultimo anno, fornirà stabilità finanziaria a lungo termine alla nostra attività di licenze".

Oppo, in quanto detentore chiave dei diritti per i brevetti essenziali allo standard 5G, ha dimostrato di essere sia un innovatore che uno sviluppatore di standard tecnologici. Con oltre 5.900 famiglie di brevetti a livello globale, di cui oltre 3.300 sono brevetti standard 5G dichiarati a ETSI, Oppo si posiziona tra le prime aziende a livello mondiale in termini di forza del proprio portfolio brevetti essenziali per lo standard 5G, come evidenziato dai rapporti della China Academy of Information and Communications Technology (CAICT) e di IPlytics.

Questo accordo, insieme ad altri importanti accordi sugli smartphone conclusi nel corso dell'ultimo anno, non solo rafforzerà la posizione finanziaria a lungo termine di Nokia nel settore delle licenze, ma contribuirà anche a guidare l'innovazione e lo sviluppo futuro delle tecnologie di comunicazione cellulare a livello globale.

Ci aspettiamo, dunque, che Oppo coglia tornare con forza in mercati chiave che aveva precedentemente abbandonato, come Francia e Germania. Questo sviluppo apre forse la strada anche ad un ritorno agguerrito del marchio in Europa, nella speranza di vedere i futuri top di gamma del marchio cinese anche in Italia.