Cuffie, auricolari e accessori

PowerBeats Pro smontati da iFixit: driver simili alle AirPods 2

Gli auricolari true wireless PowerBeats Pro sono stati i protagonisti dell’immancabile teardown di iFixit. Sotto le mani degli esperti, però, non se la sono cavata molto bene ottenendo un punteggio pari a 1 su 10, poco più dello zero spaccato ottenuto dagli AirPods 2 di Apple. Lo smontaggio ha mostrato similitudini con gli auricolari di Cupertino e con le Galaxy Buds di Samsung.

Secondo il portale, è quasi impossibile accedere alle parti interne senza procurare alcun danno estetico. Come ogni accessorio di piccole dimensioni, anche l’apertura delle PowerBeats Pro richiede tanta precisione e la rimozione di una grande quantità di colla che tiene unite le parti interne e contribuisce all’impermeabilità IPX4. I circuiti interni, poi, sono collegati con cavi a nastro difficili da rimuovere.

Una delle cose che emerge dal teardown è l’impiego della stessa batteria presente sulle Galaxy Buds. Si tratta di un’unità da 200 mWh oltre il doppio di quella impiegata sulle AirPods (93 mWh). La batteria è saldata solo leggermente e questo rende tecnicamente possibile la sostituzione utilizzando gli strumenti giusti. La situazione si complica per aprire la custodia di ricarica definita da iFixit come un vero e proprio incubo a causa della colla utilizzata che renderà impossibile la sostituzione della batteria.

Con le AirPods 2, invece, condividono il driver audio (simile o addirittura identico) oltre ovviamente alla presenza del chip H1 che garantisce una maggiore stabilità così come la possibilità di attivare l’assistente vocale SIRI. Insomma, la qualità di PowerBeats Pro è innegabile ma sarà davvero difficile poterli riparare in caso di rottura.

Apple AirPods 2 sono disponibili anche su Amazon a 170 euro. Le trovate a questo link.