Android

Recensione Asus ZenFone 5, ottimo per chi vuole spendere meno di 200 euro

Asus ZenFone 5

ZenFone 5 è il modello con schermo da 5 pollici della nuova serie Asus, venduto a circa 180 euro, offre un elevato rapporto tra prezzo e prestazioni.

Recensione

Prima era PadFone, poi è stato FonePad, ora la parola magica è ZenFone, un marchio che vuole "rinfrescare" l'intera linea di smartphone e tablet di Asus. Prima di entrare nel dettaglio della prova dello smartphone che rappresenta oggi la scelta ideale come dimensione, la giusta via di mezzo tra i modelli più piccoli e più grandi, come rilevato anche da un nostro recente sondaggio in cui vi chiedevamo quale fosse la dimensione ideale per uno smartphone moderno (Quale dimensione dello schermo preferisci per lo smartphone?), vediamo quali sono i prodotti della nuova linea Asus.

Si parte dallo ZenFone 4 (A400CG) e ZenFone 4 (A450CG), identici se non fosse per lo schermo da 4" e risoluzione di 800×480 pixel del primo, che diventa da 4.5" e risoluzione di 854×480 sul secondo. Cambia anche la batteria, leggermente più capiente per il modello da 4.5". Ci sono poi due modelli ZenFone 5, con schermo appunto da 5", che differiscono però per la piattaforma hardware. Il modello A501CG (quello che abbiamo provato) è basato sul SoC Intel Z2560, mentre il modello A500KL usa un Qualcomm Snapdragon della serie 400. Non sono però le prestazioni dei due SoC ad essere il motivo di questo doppio "identico" modello, ma il modem inserito nel SoC, che determina la singola compatibilità con le reti 3G per il modello Intel, mentre quello basato su Qualcomm permette di accedere anche alle reti LTE. Per tutto il resto sono lo stesso telefono. Infine c'è lo ZenFone 6, con schermo da 6 pollici, che rappresenta tutta un'altra categoria di prodotto. Nonostante sia di solo 1 pollice più ampio rispetto allo ZenFone 5, la differenza si vede e si sente. Tuttavia dopo l'iPhone 6 Plus e l'annuncio del Nexus 6, i terminali di questa dimensione potrebbero diventare la scelta per molti utenti nei prossimi mesi. 

  ZenFone 4 (A400) ZenFone 4 (A450) ZenFone 5 (A501) ZenFone 6 (A600)
Schermo 4 pollici
ris. 800×480
4.5 pollici
ris. 854 x 480
Gorilla Glass 3
5 pollici
ris. 1280 x 720 (HD) IPS
Gorilla Glass 3 – Glove Touch
6 pollici
ris. 1280 x 720 (HD) IPS
Gorilla Glass 3 – Glove Touch
Processore Intel® Atom™ Z2520
2×2 Multi-Core 1.2GHz
Intel® Atom™ Z2520
2×2 Multi-Core 1.2GHz
Intel® Atom™ Z2560
2×2 Multi-Core 1.6GHz
Intel® Atom™ Z2580
2×2 Multi-Core 2.0GHz
Memoria 1GB 1GB 1GB/2GB 2GB
Archiviazione 8GB 8GB 8GB/16GB 16GB
Slot Micro SD Si, fino a 64GB Si, fino a 64GB Si, fino a 64GB Si, fino a 64GB
ASUS WebStorage 5GB gratuiti a vita 5GB gratuiti a vita 5GB gratuiti a vita 5GB gratuiti a vita
Fotocamera Frontale: 0.3 MP Posteriore: 5 MP Frontale: 0.3 MP Posteriore: 8 MP Frontale: 2 MP Posteriore: 8 MP Frontale: 2 MP Posteriore: 13 MP
Connettività Wi-Fi 802.11 b/g/n Bluetooth V4.0 Wi-Fi 802.11 b/g/n Bluetooth V4.0 Wi-Fi 802.11 b/g/n Bluetooth V4.0 Wi-Fi 802.11 b/g/n Bluetooth V4.0
Sensori GPS, GLONASS, A-GPS GPS, GLONASS, A-GPS GPS, GLONASS, A-GPS GPS, GLONASS, A-GPS
Batteria Litio, 1600 mAh Litio, 1750 mAh Litio, 2110 mAh Litio, 3300 mAh
Standby (3G ) 295 ore 289 ore 353 ore 398 ore
Conversazione (3G) 12.8 ore 13.8 ore 18.5 ore 28 ore
SIM Card Singola Singola Singola Singola
Versione Android 4.3 aggiornabile 4.4 4.4 4.3 aggiornabile 4.4 4.3 aggiornabile 4.4
Dimensioni 124.42 x 61.44 x 11.5 mm 136.8 x 67.87 x 11.3 mm 148.2 x 72.8 x 10.34 mm 166.9 x 84.3 x 9.9 mm
Peso 120g 133g 145g 196g

La strategia di Asus si basa su tre pilastri fondamentali: specifiche tecniche soddisfacenti, personalizzazione del software e prezzo contenuto. I prezzi partono da circa 120 euro per lo ZenFone 4 con schermo da 4", 140 euro per il modello con schermo da 4.5", 180 euro per lo ZenFone 5 e poco meno di 300 euro per lo ZenFone 6.

Vi dico subito che per 180 euro lo ZenFone 5 è un ottimo smartphone. Ovviamente Asus, per mantenere il prezzo sotto controllo, ha dovuto fare delle rinunce. Prima tra tutte c'è la risoluzione dello schermo, pari a 1280×720 pixel. Lo schermo è un modello LCD IPS, e aggiungendo all'equazione una diagonale da 5", la densità pixel risultante è di solo 293 PPI. Ho scritto "solo" perché oggi siamo abituati a densità ben più alte, ma in realtà le immagini risultano ben definite, e la scalettatura diventa visibile solo se avvicinate lo schermo a pochi centimetri dagli occhi. Sugli ZenFone 4 la precisione delle immagini è certamente inferiore, ma per il modello in prova non ci sono problemi di sorta. Quanto a colori, sono un po' meno intensi di quello che dovrebbero essere, ma il problema principale è la massima luminosità che supera a stento le 200 cd/m2. Inclinando lo smartphone, si percepisce quasi immediatamente una caduta di luminosità; la tecnologia IPS mantiene un discreta visibilità anche quando inclinato, ma la bassa luminosità e la copertura in Gorilla Glass 3 abbastanza riflettente, rendono la visibilità difficoltosa in ambienti con una forte luminosità ambientale. Insomma, lo schermo è solo discreto, c'è di meglio in giro.

La piattaforma, un SoC Intel Atom Z2560, dual core da 1.6 GHz con HyperThreading, abbinato a 1 GB di memoria RAM, è in grado di rendere il dispositivo fluido e reattivo, anche se nei benchmark le prestazioni risultano inferiori.

 
 
 

Disponibile in versioni da 8 e 16 GB, la differenza di prezzo tra le due versioni è di solo 20 euro. In entrambi i casi è possibile installare una scheda MicroSD, quindi dato che stiamo parlando di smartphone economici, potrebbe aver senso risparmiare 20 euro acquistando il modello da 8 GB, per poi comprare con la differenza una scheda Micro SD da 32 GB.

Eccezione fatta per la connettività LTE, per il resto c'è tutto, dal Wi-Fi n al Bluetooth e il GPS. La batteria è un modello da 2110 mAh, e nel nostro test abbiamo raggiunto il risultato di circa otto ore e mezza. Non è un nuovo record, siamo nella media, e non posso lamentarmi visti i risultati poco convincenti dei passati PadFone. Vi ricordo che effettuiamo un mix di attività, cioè navigazione web su Wi-Fi, navigazione 3G, visualizzazione di video, chiamate, ascolto di musica e videogiochi, in sessioni da 30 minuti, intervallate da sessioni di stand by sempre da 30 minuti. La connettività 3G è sempre accesa ed è attiva la sincronizzazione. Lo schermo è regolato a 200 cd/m2. Questo rappresenta un test intensivo, con un uso più leggero la batteria dura più a lungo, ma è importante considerare un valore con uno scenario reale, che si avvicina all'autonomia minima.

Non vi ho ancora parlato dell'estetica, che è una caratteristica su cui Asus punta molto e che gli ha anche permesso di vincere il RedDot Award 2014. Certo, rifaccio la stessa domanda che ogni tanto propongo "in quanti modi può essere disegnato un rettangolo?". Da lontano sfido chiunque a identificare uno ZenFone da un gruppo di altri smartphone, e nonostante rimanga un fatto soggettivo, il design convince. Costruito interamente in plastica, ZenFone 5 ha una superficie anteriore classica, con tre tasti a sfioramento posti sotto allo schermo, e uno spicchio inferiore lavorato per ricordare il metallo satinato. I tre tasti non sono retroilluminati, e questo è un difetto, in quanto in condizioni di scarsa luminosità o al buio dovrete andare a tastoni.

###old3182###old

La porta MicroUSB è nel bordo inferiore, a destra c'è il tasto di accensione e il bilanciere del volume e sopra c'è il jack audio da 3.5 mm. Il tasto di accensione è posto un po' troppo in alto se vorrete usarlo con una sola mano. La copertura posteriore è rimovibile per permettere l'accesso al vano batteria, dove installerete anche la scheda Micro SIM e MicroSD.

 
 

Zen UI, nuova interfaccia più elegante

La personalizzazione dell'UI di Asus non è mai stata radicale, e principalmente incentrata sui widget. Con la ZEN UI è stato fatto un passo in avanti, con maggior personalizzazione e più eleganza. Si parte dalla schermata di blocco dov'è possibile abilitare l'accesso rapido alle applicazioni di messaggistica, telefono e fotocamera, e la visualizzazione del widget "eventi successivi", che mostra gli appuntamenti del calendario.

Ci sono anche due opzioni per avviare velocemente la fotocamera, uno swype verso sinistra dalla schermata di blocco o il doppio click del pulsante volume.

Il menù delle notifiche è doppio, uno dedicato agli interruttori veloci e regolazione della luminosità dello schermo, l'altro alle notifiche delle applicazioni. Per passare dall'uno all'altro c'è un apposito tasto, o è possibile effettuare lo swype dalla parte alta dello schermo, a sinistra o a destra.

Nel menù applicazioni è possibile applicare alcuni filtri o ricercare direttamente il nome dell'app richiesta, e oltre a quelle di default di Android 4.4, troverete un'app per prendere gli appunti, un registro attività (promemoria), un'app per gestire i file, il meteo, Movie Studio (che non è presente in tutti i dispositivi), Party Link per collegarsi ad altri ZenFone, un software per equalizzare l'audio, Remote Link che trasforma lo smartphone in un telecomando per PC, Splendid che permette di regolare i colori dello schermo, What's Next che mostra le attività in calendario sotto forma di timeline e i collegamenti a SuperNote e WebStorage, il cloud storage di Asus con 5 GB in omaggio. Alcune di queste app, come ad esempio What's Next, ha anche il suo widget da disporre sulla schermata Home.

C'è anche un'applicazione di risparmio energetico che permette di personalizzare il comportamento dello smartphone o attivare una modalità di risparmio che disattiva tutto il necessario per massimizzare l'autonomia. I nostri test sono stati effettuati con il profilo di default.

Fotocamera

La fotocamera posteriore è un modello da 8 megapixel, f2.0, mentre quella anteriore è da 2 megapixel con apertura f2.4. L'interfaccia è stata modificata e permette la selezione di svariate modalità creative, da panorama a profondità di campo per sfocare uno sfondo, alla possibilità di creare delle GIF animate. Anche in modalità video è possibile scegliere tra una ripresa automatica, luce alta, miniatura e rallentatore.

Dalla schermata principale potrete controllare il flash, selezionare la fotocamera anteriore o posteriore, applicare direttamente degli effetti colore o accedere a un menù che raggruppa tutte le altre funzioni. ISO, bilanciamento del bianco, esposizione, dimensione, stabilizzazione, messa a fuoco e tanto altro.

Qui sotto potete vedere una serie di scatti di esempio come siamo soliti mostrarvi.

Tutte le foto sono ingrandibili a dimensione originale

Non è un mostro in quanto a definizione, e i colori sono più saturi di quelli reali.Una qualità discreta, niente di più. Registra video a risoluzione Full HD, ma è possibile abilitare uno stabilizzatore software che però forza la risoluzione di ripresa massima a 720p. Qui sotto vedete un video di esempio.

Verdetto

Asus è stata in grado di creare uno smartphone da meno di 200 euro che sembra costare di più. Esteticamente non ha molto da invidiare a modelli più costosi, e la copertura dello schermo è in Gorilla Glass 3. Il SoC Atom è più che sufficiente per permettere l'uso di Android in tutte le sue parti, e l'OS, aggiornato all'ultima versione è ottimizzato per offrire un'esperienza totalmente indolore. È veloce, fluido, non s'impunta, qualcosa che ormai è sempre più comune su tutti i terminali, per fortuna.

Certo per circa 180 euro sono state fatte delle rinunce, ma neanche così tante. Lo schermo ha una risoluzione 720p, ma più che la definizione, è la bassa luminosità dello schermo a renderlo un po' difficoltoso da usare in condizioni di elevata luminosità. La batteria è da circa 2000 mAh, non molto per uno smartphone da 5", ma sufficiente per arrivare a fine giornata, senza però andare oltre. La fotocamera è creativa, genera scatti di discreta qualità, ma va più che bene in tante situazioni.

La personalizzazione Android, senza essere troppo invasiva, ha tutto quello che serve per una buona ergonomia d'uso. Insomma, tenendo sempre a mente il prezzo, è difficile chiedere di più per quello che costa. Con circa 200 euro potrete acquistare questo ZenFone 5, magari il modello da 8 GB, e abbinarlo a una scheda Micro SD da 32 o 64 GB, e magari anche a una cover. ZenFone 5 offre un ottimo rapporto tra prezzo, caratteristiche e qualità generale.

Punti a favore
  • Prezzo
Nella Media
  • Prestazioni
  • Fotocamera
  • Audio
  • Personalizzazioni
  • Design e Materiali
Punti a sfavore
  • Luminosità schermo
 
Dati Tecnici
 
Estetica
 
Software
 
Prestazioni
 
Schermo
 
Audio
 
Autonomia
 
Fotocamera
 
Prezzo
 
VOTO COMPLESSIVO 80/100