Android

Rewind: cellulare Samsung fatto con biomateriali

Ripercorriamo la settimana dal 27 ottobre al 2 novembre nella storia di Tom's Hardware, per scoprire prodotti che sembravano memorabili ma che si dimostrarono meteore, fatti memorabili e approfondimenti che ancora oggi hanno un certo interesse. Vi ricordate tutto o vi sentite nostalgici? Seguite l'hashtag #tomshwstory sui social network!

Casa domotica, l'invidia del vicino

Nel 2008 HP ci invitò a visitare quella che allora doveva essere una casa futuristica, piena di tutte le tecnologia più avanzate per l'epoca. Grazie a un sistema di PC, un intelligente cablaggio e molte idee brillanti, questa casa risulta ancora oggi molto futuristica, nonostante il progetto abbia già sette anni.

LG fa scomparire il monitor, diventa trasparente

LG è sempre stata un punto di riferimento nello sviluppo degli schermi, e nel 2009 presentò un interessante prototipo di schermo trasparente. Era un modello da 15 pollici che suscitò un certa ammirazione, ma siamo ancora in attesa di modelli commerciali.

Apple brevetta il multi-touch per tastiere

Philips Hue Starter Kit Philips Hue Starter Kit

Le aziende registrano nuovi brevetti di continuo, e a volte ce n'è uno che richiama l'attenzione perché fa pensare che ci sia una qualche nuova tecnologia sul punto di arrivare in commercio. Era il caso di questa tastiera multitouch di Apple: si pensava all'epoca si sarebbe potuta usare sull'iPod, ma poi non se ne fece nulla.

Nvidia ExaScale Machine, il super computer!

Asus GTX750T Asus GTX750T

Nvidia oggi è un nome affermato nel campo dei supercomputer, e le sue schede grafiche rappresentano una colonna portante nella realizzazione di queste macchine ad alta potenza di calcolo. Qualche anno fa si venne a sapere che l'azienda era al lavoro su un progetto faraonico, ExaScale, che doveva essere pronto per il 2017.

Samsung E200 Eco, di mais ma non sgranocchiabile

Samsung Galaxy Core Plus Samsung Galaxy Core Plus

Oggi i produttori di smartphone s'inseguono praticamente solo su potenza di calcolo e qualità dello schermo, ma non è sempre stato così. Alla fine del decennio scorso si esploravano anche altri ambiti, come fece Samsung con l'E200 Eco, un cellulare realizzato con un materiale facilmente biodegradabile.

Schermo invisibile, dite addio ai fastidiosi riflessi

Tutti conosciamo il problema dei riflessi: se ci troviamo all'aperto in una giornata di sole usare lo smartphone o il tablet è praticamente impossibile. In verità la situazione è andata migliorando nel tempo, grazie anche a invenzioni come questa: nel 2011 quest'azienda giapponese prometteva l'eliminazione totale del problema. Non ci siamo ancora purtroppo, ma rispetto a tre anni fa le cose vanno molto meglio.

Strisce pedonali a LED, ecco le zebre piemontesi

Le novità tecnologiche non si traducono solo in computer e smartphone, ma anche (soprattutto) in soluzioni che migliorano la vita di tutti i giorni. Nel 2009 ci fu una società piemontese che proponeva l'integrazione di luci LED sulle strisce pedonali, con la speranza che così sarebbero calati gli incidenti. Purtroppo questa soluzione non è ancora diffusa come meriterebbe.