Tom's Hardware Italia
Android

Samsung pensa a uno smartphone con spettrometro integrato

Samsung ha depositato un brevetto che descrive uno smartphone con uno spettrometro integrato, in grado di identificare il tipo di materiale costitutivo dell’oggetto che analizza o anche il battito cardiaco.

Uno smartphone con spettrometro a infrarossi integrato. È questa l’idea di un brevetto depositato da Samsung presso l’UPSTO e l’OMPI, rispettivamente ufficio marchio brevetti statunitense e mondiale. Lo spettrometro, di base, è un dispositivo in grado di valutare il tipo di materiale costitutivo dell’oggetto che analizza. I campi d’applicazione sono tanti, tra cui quello medico in cui è possibile – per esempio – ottenere informazioni sul battito cardiaco o il livello di stress.

Il brevetto descrive uno smartphone che può fungere da spettrometro e la cui parte posteriore è dotata di una serie di sorgenti luminose posizionate all’altezza delle fotocamere. Il dispositivo rivolto verso l’oggetto interessato trasmette delle onde elettromagnetiche tramite luce a infrarossi. In base alla composizione chimica e fisica, l’oggetto assorbe la radiazione in un determinato modo che viene poi riflessa generando dei dati spettrali che possono essere analizzati.

Credit - LetsGoDigital

Da questi dati, lo smartphone potrebbe determinare l’umidità della pelle, la quantità di zuccheri contenuta in un frutto, i valori nutrizionali di un cibo e molto altro. Nel brevetto, Samsung sottolinea che questa funzione potrebbe anche essere integrata nella parte anteriore in accoppiata con una fotocamera frontale 3D e un flash.

Come sempre, trattandosi di brevetto non possiamo dire se questa tecnologia troverà mai una realizzazione concreta all’interno di un dispositivo. Non è escluso, però, che Samsung possa pensare di introdurla con la prossima generazione di Galaxy S11. Tuttavia, non sarebbe il primo caso. Già nel 2017, la società cinese Changhong ha presentato uno smartphone con spettrometro a infrarossi integrato durante il CES di Las Vegas.

Insomma, sembra proprio che la contaminazione tra salute e smartphone diventerà sempre più una tendenza nei prossimi anni. Ovviamente, questi dispositivi e tutte le funzioni relative alla salute non sostituiranno mai dottori e strumenti medici professionali, ma potranno rappresentare uno strumento valido per monitorare in linea generale la propria salute.

Samsung Galaxy S10 Plus è disponibile all’acquisto su Amazon  tramite questo link.