USB-C obbligatoria anche sui vecchi iPhone? Apple nei guai in India

Una normativa indiana prevede che tutti gli smartphone venduti siano dotati di porta USB-C, obbligando quindi i produttori a modificare i design.

Avatar di Luca Rocchi

a cura di Luca Rocchi

Managing Editor

Secondo fonti attendibili, Apple starebbe esercitando pressioni sull'India per ritardare l'implementazione di una normativa che richiede che tutti gli smartphone venduti nel paese siano dotati di una porta di ricarica USB-C. Mentre la mossa di Apple verso l'abbandono del connettore Lightning è già evidente nei nuovi iPhone 15 e altri prodotti, la legislazione indiana differisce da quella europea, poiché potrebbe influenzare la transizione di Apple verso la porta USB-C anche per i modelli più datati.

Diversamente da altri produttori, si vocifera che Apple stia cercando di ottenere un rinvio o almeno un'esonero per gli iPhone più vecchi.

Secondo quanto riportato da Reuters, alcuni dirigenti di Apple avrebbero comunicato agli ufficiali indiani che l'applicazione della normativa agli iPhone più datati avrebbe compromesso gli obiettivi di produzione stabiliti dal programma di incentivi legati alla produzione indiana. Questo programma offre incentivi finanziari ai produttori di elettronica per stimolare nuovi investimenti e incrementare le vendite di telefoni ogni anno.

Foxconn, uno dei produttori di Apple, avrebbe sfruttato questo programma per aumentare la produzione di iPhone in India raggiungendo il 12-14% di volume globale. Tale quota potrebbe addirittura salire al 25% l'anno prossimo, secondo l'analista Ming-Chi Kuo.

Si dice che Apple abbia spiegato agli ufficiali indiani di non poter modificare il design degli iPhone più datati per includere la porta USB-C e che, a meno di ottenere un'esenzione per i modelli precedenti all'iPhone 15, avrebbe bisogno di 18 mesi oltre la fine del prossimo anno per adeguarsi alla normativa. Questo periodo aggiuntivo, presumibilmente, consentirebbe ad Apple di eliminare gradualmente le porte Lightning sugli iPhone più vecchi, una mossa che però potrebbe portare ad un ritocco dei prezzi.