Windows

Windows Phone triplica le vendite e Nokia tira un respiro

Windows Phone sta andando bene e presto sarà un successo. Ne sono certi StatCounter e Calanys, che hanno pubblicato le rispettive stime sul settore smartphone relative rispettivamente al mercato europeo e a quello globale.

Secondo i dati estrapolati da WMPoweruser con StatCounter la base installata di terminali Windows Phone in Europa è cresciuta nel mese di luglio del 24 percento. La roccaforte di Nokia nel Vecchio Continente sembra essere la Francia, dove i Windows Phone hanno registrato un'impennata del 29 percento, ma anche i tedeschi sembrano amare il sistema mobile di Microsoft, dato che si segnala un aumento del 27 per cento.

Nokia Lumia 900

I numeri più sensazionali sono però quelli di Canalys, secondo cui nel secondo trimestre del 2012 Windows Phone ha incrementato le sue quote di mercato del 277,3%. Stando alle rilevazioni nel periodo in esame sarebbero stati venduti 5,1 milioni di Windows Phone, rispetto agli 1,3 milioni dell'anno scorso.

Questo ha consentito a Microsoft di aggiudicarsi il 3,2 percento di quote di mercato globali: un netto miglioramento rispetto all'1,2 percento all'attivo un anno fa. Il passo in avanti non è comunque sufficiente per consentire all'azienda di Redmond (e Nokia di conseguenza) di infastidire concorrenti del calibro di Android e Apple, che continuano un percorso a sé stante.

I dati StatCounter relativi all'Europa

Secondo le rilevazioni di Canalys i dispositivi Android in circolazione sono ora il 68% del totale del mercato smartphone, grazie a 108 milioni di unità vendute nel secondo trimestre. iOS si è aggiudicato il 16,4% di mercato mediante la vendita di 26 milioni di iPhone nel secondo trimestre.

Da superare prima di arrivare a sfidare le due capolista ci sono BlackBerry OS, in caduta libera con una quota di mercato passata dal precedente 11,6 percento all'attuale 5,4 percento, quindi Symbian, anch'esso in declino con il 4,1% di market share rispetto al 16,8% dello stesso periodo dello scorso anno.

I dati di Canalys sugli smartphone

Microsoft deve quindi puntare sugli utenti di queste due piattaforme per aumentare il volume di vendita degli smartphone con Windows Phone 7. Il compito non è di quelli troppo difficili, dato che Nokia ha sostanzialmente abbandonato Symbian per investire tutte le sua risorse nei prodotti a marchio Microsoft, mentre RIM è nel pieno di un periodo di forte crisi in cui resterà almeno fino al prossimo anno, quando sono attesi i nuovi prodotti.

 

###old1741###old

Per la svolta sia Nokia sia Microsoft dovranno però affidarsi a Windows Phone 8, che sembra avere tutte le carte in regola per dar battaglia alle concorrenti più ostiche. Secondo una vecchia previsione di IDC entro il 2015 i prodotti con Windows Phone avranno il 20,9% del mercato e saranno più di quelli Apple (16,9 per cento).