Android

Xiaomi Mi Note Pro con Snapdragon 810 V2.1, più potente e senza problemi termici

Qualcomm ha modificato lo Snapdragon 810, e sul nuovo Xiaomi Mi Note Pro troviamo lo Snapdragon 810 V2.1, che a quanto pare ha prestazioni migliori della versione precedente e soprattutto non ha i problemi termici evidenziati dai testi su HTC One M9 e LG G Flex 2.

snapdragon 810 v21 xiaomi mi note pro antutu

I primi test sul nuovo prodotto Xiaomi indicano infatti 63.424 punti in Antutu, circa 6.000 in più rispetto all'HTC One M9, che per di più ha una risoluzione molto minore (QHD contro FullHD). Un risultato davvero notevole, che potrebbe rimettere in pista questo SoC e gli smartphone che lo usano – proprio stamattina abbiamo raccontato le difficoltà economiche di HTC forse causate proprio dallo Snapdragon 810.

snapdragon 810 v21 xiaomi mi note pro temperature

L'AD di Xiaomi, Lei Jun, ha spiegato che l'azienda ha inviato 20 dei propri ingegneri da Qualcomm per collaborare ai miglioramenti dello Snapdragon 810. Durante il debutto odierno del Mi Note Pro in Cina ha poi mostrato come il dispositivo riesca a tenere una temperatura entro i 36,3 gradi anche eseguendo videogiochi. Risultati entusiasmanti, che tuttavia andranno confermati da ulteriori test.

La soluzione tra l'altro era piuttosto semplice: quattro alette in grafite inserite nel processore stesso danno un contributo determinante al suo raffreddamento. 

Leggi anche: LG G4 con Snapdragon 808, confronto con lo Snapdragon 810

Quanto allo Xiaomi Mi Note Pro, si tratta di un top di gamma per la società cinese, dotato di schermo 2K da 5,7 pollici, 4 GB di RAM LPDDR4, fotocamera posteriore da 13 MP e batteria da 3090 mAh. La memoria interna è pari a 64 GB, senza slot MicroSD – che secondo l'azienda riduce le prestazioni generali di Android. Fino a oggi molti lo ritenevano un prodotto poco interessante proprio per via dei problemi al SoC Qualcomm, ma con la novità di oggi la situazione si fa senza dubbio diversa.

Leggi anche: test Snapdragon 810, nuova conferma dei problemi termici

Lo Xiaomi Mi Note Pro si può prenotare anche in Italia a poco meno di 700 euro. Resta da vedere a questo punto se Qualcomm fornirà lo Snapdragon 810 V2.1 anche ad HTC, LG ed altri produttori, oppure se il nuovo processore resterà un'esclusiva Xiaomi. 

Nota: l'articolo è stato modificato per specificare che allo Snapdragon 810 sono state aggiunte quattro alette in grafite per ottimizzarne il raffreddamento.