PlayStation 4

Cyberpunk 2077: potremo spingere i nemici ad autodistruggersi

Dopo esser stato annunciato all’E3 2018 durante la conferenza Microsoft, Cyberpunk 2077 ne ha fatta di strada. Fiera dopo fiera sono ormai parecchie le informazioni svelate riguardo a molti aspetti del nuovo videogioco di CD Project Red, e non è ancora finita. La strada è ancora lunga prima del rilascio ufficiale targato 16 aprile 2020 ma nel frattempo Cyberpunk 2077 si è mostrato nuovamente quest’oggi al PAX Australia con un gameplay a porte chiuse della durata di 45 minuti. Questa volta sono due interessanti abilità ad esser finite sotto i riflettori.

La prima è “Demon software” che permetterà al giocatore di far attaccare i nemici tra di loro. Nello specifico è stato mostrato come usando tale abilità sul braccio di un nemico, quest’ultimo inizierà a colpirsi da solo danneggiando il resto delle proprie parti del corpo.

Cyberpunk 2077 Gamescom 2019

“Nano Wire” invece è la seconda abilità mostrata. Tramite un cavo sotto cutaneo permetterà a V di connettersi o di hackerare i personaggi che abitano Night City. L’innesto potrà anche essere utilizzato come un’arma vera e propria per tagliare a fette i nemici. Sta al giocatore utilizzare l’abilità Nano Wire come meglio crede a seconda dei contesti di gioco e della direzione ruolistica che vorrà intraprendere.

Mancano ancora parecchi mesi prima di poter mettere finalmente le mani sulla nuova fatica di CD Project Red, ma più ci avviciniamo al 16 aprile 2020 e sempre più dettagli ci vengono svelati riguardo Cyberpunk 2077. Vi ricordiamo che il titolo sarà disponibile per PlayStation 4, Xbox One, PC e Google Stadia. Per ora cosa ne pensate? Quale delle due abilità vi intriga di più? Diteci la vostra.

Se non state più nella pelle assicuratevi di avere una copia di Cyberpunk 2077 prenotandola su Amazon a questo indirizzo.