Tom's Hardware Italia
PlayStation 4

Death Stranding ha un’ambientazione da incubo, secondo chi lo ha provato

Death Stranding sta per approdare sulle nostre console e, secondo chi lo ha provato, ha un'ambientazione da incubo! Pronti a novembre?

Death Stranding è una delle più grandi scommesse di questo 2019. L’hype nei giocatori si fa sempre più incontrollabile e, l’alone di mistero che avvolge il titolo, si sta via via assottigliando e sempre più dettagli sembrano finalmente venire alla luce. Chi urla al “capolavoro” e chi al “flop totale“, il pubblico risulta essere comunque diviso sotto ogni aspetto. Dopo la fantastica conferma del doppiaggio Italiano dell’opera, in occasione del PAX Australia, qualcuno ha avuto modo di provare Death Stranding definendo la sua ambientazione “da vero incubo“.

La giornalista di Sausage Roll Erina Rosea ha descritto la sua esperienza di gioco catalogandola come inquietante. “L’ambientazione di Death Stranding è una delle più paurose e coinvolgenti che abbia mai sperimentato in un videogioco. Anche se il mondo di gioco può sembrare desolato e senza vita, non si ha mai la sensazione di essere davvero da soli… ed è terrificante” ha affermato la giornalista. Secondo Rose, quello di Death Stranding “è un mondo aperto immenso con degli spazi amplissimi dove il giocatore è completamente esposto. Quando scende la notte si iniziano a sentire dei suoi inquietanti, senza che si abbia l’idea di cosa siano“.

Death Stranding

Un particolare disturbante deriva anche dalla nebbia presente in alcune fasi di gioco, la quale amplifica i suoni e nasconde delle figure fluttuanti che si dirigono verso il protagonista. La Rose ne è stata talmente sconvolta da passare il controller a un suo amico, incapace di continuare la sessione di gioco.

Che dietro a tanti spazi aperti vi sia più di quel che appare?

Ricordiamo prima di lasciarvi, che Death Stranding è l’esclusiva PS4 attesa per l’8 novembre e può contare sulla partecipazione di moltissimi grandi nomi del mondo del cinema: Mads Mikkelsen, Norman Reedus, Guillermo del Toro, Lindsay Wagner, Léa Seydoux, Margaret Qualley; solo per citarne alcuni.

Potete prenotare subito la vostra copia di Death Stranding, per assicurarvi di averla tra le mani già a partire dal D1, a questo indirizzo.