eSports

Dota 2, i giocatori si uniscono contro il Coronavirus

Il Dota Pro Circuit come tante altre competizioni videoludiche, ha subito un lungo stop dovuto all’emergenza Coronavirus. Una situazione nella quale la maggior parte degli eventi eSportivi mondiali vertono in questo momento, non solo dal punto di vista organizzativo, ma anche di business. Molte formazioni del circuito di Dota 2 si sono unite per poter permettere a tutti di dare una mano in questo periodo di crisi.

Uno dei tanti esempi è la WeSave! Charity Play, torneo organizzato dalla WePlay! per raccogliere fondi necessari nella lotta contro il virus, da devolvere poi alle associazioni che aiutano i più deboli. L’evento è stato trasmesso in streaming per 5 giorni ed è stata raggiunta la somma di 187.000 dollari, che sono andati totalmente in beneficenza. Lo scontro principale del torneo è quello che ha visto competere il Team Nigma e gli HellRaisers che si sono affrontati in un match all’ultimo sangue, fino ad arrivare alla vittoria dei primi.

All’interno del torneo WeSave!, si sono svolte in totale quattro competizioni differenti, sempre con base Dota 2. Nel torneo dedicato alle formazioni cinesi, lo scontro tra i Vici Gaming e PSG.LGD è stato vinto facilmente da questi ultimi con un secco 3-0 in 70 minuti, una vittoria veloce per Chalice e compagni in vista anche delle future competizioni che prenderanno parte.  Nei gironi dedicati ai team provenienti dalle Americhe, si è vista la vittoria degli Evil Geniuses e dei Thunder Predator sui NoPing Esports.

Un grande momento per gli eventi mondiali di eSports, perché ci si può unire per fare qualcosa di buono per la comunità, dimostrando ancora una volta che i videogiochi sono uno dei pochi media che può unire e non mettere barriere, sopratutto in un momento come questo. Speriamo che la situazione di emergenza si risolva presto e che tutto possa tornare alla normalità. Noi intanto ci godremo i nostri giocatori da casa.

Hai bisogno di una periferica da gioco affidabile? Puoi trovarla su Amazon.