Tom's Hardware Italia
Game Division

eFootball PES 2020 e Juventus: una partnership lungimirante

Konami e Juventus insieme per una partnership esclusiva legata a eFootball PES 2020. Vediamo quali possono essere scenari e sviluppi.

Il divario tra il calcistico targato Konami e il suo eterno concorrente, FIFA, è ancora molto ampio. Le mosse del publisher giapponese, negli ultimi anni, muovevano più in direzione del perfezionamento del gameplay piuttosto che nella forza del brand, tentando di soddisfare in qualche modo le esigenze delle community di PES, che nonostante tutti negli anni è rimasta numeroso e positiva.

Quest’anno, però, Pro Evolution Soccer si rinnova, in primis cambiando nome e poi, in secondo luogo, piazzando quello che potremmo definire la controparte videoludica del colpo di mercato del secolo. Ormai lo sapete, ma è bene ribadirlo: i diritti di sfruttamento del marchio Juventus saranno esclusiva eFootball PES per i prossimi tre anni.

Questo vuol dire, per essere chiari, che maglia, logo e stadio ufficiali saranno presenti solo su PES; FIFA (e gli altri) godranno comunque dei nomi ufficiali dei giocatori, ma dovranno trovare soluzioni alternative per quanto rigurda il nome della squadra. FIFA, in questo caso, ha ripiegato su Piemonte Calcio, scelta quasi obbligata e tutto sommato accettabile.

A fronte di queste informazioni, proviamo a capire cosa significa per entrambe le parti: publisher e Juventus. D’altronde parliamo di un accordo molto interessante dal punto di vista aziendale, marketing e comunicazioni, e sarà curioso capire quale sarà l’effetto farfalla di questa mossa. Noi vogliamo provare ad azzardare qualche ipotesi.

Konami: voglia di riscatto e testa all’eSport

Parliamoci chiaro, le licenze hanno sempre avuto un peso specifico enorme nella partita fra PES e FIFA, perché per quanto Pro Evolution abbia sempre avuto un gameplay che potremmo definire magnetico, pagava pur sempre quell’aspetto quasi artiginale – ovviamente in riferimento a licenze e quant’altro. Quindi, per Konami, accaparrarsi l’esclusività non solo della società numero uno in Italia, ma di uno dei club europei maggiormente in crescita, significa indubbiamente molto.

Immaginiamo che l’investimento sarà stato corposo – durerà tre anni – e la voglia è quello di capitalizzarlo al massimo. Non solo dando grande risalto all’accordo per quanto rigurda l’anima “base” del gioco, ma usandolo anche come cassa di risonanza per il discorso eSport. Pro Evolution ha un suo circuito ufficiale, e diamo per scontato che il progetto abbia come ambizione portare in Italia una Lega Seria A videoludica ufficiale, che viaggi parallelamente a quella reale. Ancora una volta, avere la Juventus dalla propria parte è un quid aggiuntivo mica da ridere.

Juventus: branding e pionierismo

Il nuovo slogan della società presidiata da Andrea Agnelli è Live Ahead, vivere guardando sempre al futuro. Parte integrante di questa filosofia è sicuramente la partnership con Konami, che proviamo a sbobinare in termini di significato e rilevanza. Per prima cosa è utile chiedersi come mai la Juve punti su PES piuttosto che su FIFA. La risposta potrebbe essere semplice: Konami garantisce alla Vecchia Signora il trattamento da prima della classe che EA, per varie ragioni, non puà garantirgli. Diventare quindi uno dei cavalli di battaglia del publisher, venendo coinvolta in qualsiasi attività del gioco è un plus valore da non sottovalutare.

In più, c’è il discorso eSport, che Juventus per ora ha “osservato con attenzione” ma che ora è pronta ad affrontare, anche se non sappiamo ancora in quale forma e modo. Una cosa è certa: visto il comportamento recente del club torinese, è lecito aspettarsi un ingresso in grande stile, magari innovativo e inedito. L’atteso e lo studio potrebbero aver ripagato, e la partnership con Konami potrebbe nascere anche dal fatto che le idee de club siano innovative, e abbiamo di conseguenza trovato riscontro in Konami, che necessita di azioni roboanti per diminugire il gap con la concorrenza.

Abbiamo volontariamente escluso dal ragionamento l’aspetto più cinico, ovvero quanto possa spostare le vendite questo accordo. Lo farà, ma non molto, almeno inizialmente: FIFA può contare sulla community di FUT che, di fatto, non sentirà molto l’assenza della licenza Juventus. In prospettiva, perà, Konami e Juve può essere l’inizio di una manovra più ampia che ha sicuramente le potenzialità per cambiare le carte in tavola. Staremo a vedere, ma l’entusiasmo è comunque alle stelle: la stagione inizia con il botto, e la sfida ora è più accesa che mai.

Preparati a giocare eFootball PES 2020 con gli amici: acquista una PS4 su Amazon al miglior prezzo possibile!