PlayStation

Kojima Productions, dopo Death Stranding un gioco horror è sempre più probabile

Archiviato il lancio di Death Stranding c’è molta curiosità sul prossimo progetto dello studio Kojima Productions e del suo fondatore. Il padre del genere stealth, infatti, dopo l’esperienza di P.T. anche recentemente aveva parlato in maniera molto aperta (e vaga) della sua intenzione di avere un’altra possibilità di poter lavorare su un gioco del genere horror dopo il fallimento del progetto Silent Hills.

Su Twitter Hideo Kojima, avido consumatore di film e serie tv, ha spiegato di voler risvegliare il suo animo horror guardando una serie di film appartenenti a questo genere: “The Eye è un horror thailandese che avevo affittato mentre stavo lavorando su P.T. ma ho avuto troppa paura per arrivare sino alla fine”. Kojima spiega di essere rimasto spaventato anche dalla copertina e per questo aveva preferito affittare soltanto il disco. Infine, il dubbio: “Riuscirò a finire di vederlo?”.

Al di là del fatto che l’ideatore di uno degli horror più spaventosi dell’ultimo decennio possa essere rimasto impressionato anche dalla copertina di un DVD, Kojima non è nuovo alle atmosfere horror presenti che sono presenti in una certa misura anche in Death Stranding e in Castlevania Lords of Shadows, gioco al quale aveva collaborato quando ancora Kojima Productions faceva parte di Konami.

Anche se l’ipotesi di un prossimo titolo horror sembra essere probabile non è detto che sia destinata a realizzarsi.  Parlando con la testata Rocket Beans Gaming durante il tour di Death Stranding Kojima aveva detto di voler realizzare un gioco di questo genere prima o poi e di avere alcuni spunti ammettendo però di non avere idea dei tempi e del momento più opportuno per realizzarlo. Ad ogni modo questo nuovo tweet indica che le intenzioni, in questo senso, ancora ci sono.

Se siete interessati a Death Stranding e non lo avete ancora acquistato, potete trovarlo anche su Amazon.