Giochi PC

La Cina annulla il blocco sulla pubblicazione dei videogiochi

Come vi avevamo precedentemente detto, la Cina si trova in un momento delicato, per quanto riguarda il mondo videoludico. Nel corso dell’anno è stato formato un comitato per la valutazione dei videogame che desiderano essere pubblicati sul territorio cinese, ma il processo era completamente fermo. Recentemente, il governo ha iniziato a revisionare i giochi, senza però dare dettagli legati alla pubblicazione degli stessi.

Tramite il South China Morning Post, sappiamo che sono stati compiuti dei passi avanti e il congelamento delle release iniziato a marzo sta per concludersi. Feng Shixin, vice capo del SAPP (State Administration of Press and Publications) ha affermato: “Il primo blocco di giochi è stato revisionato. Presto rilasceremo le apposite licenze. Ci sono molti titoli che devono essere controllati, quindi ci vorrà un po’ di tempo. Continueremo a lavorare e speriamo che tutti possano essere pazienti.

Pare quindi che la situazione stia per ritornare a una specie di normalità. Varie opere sono state rifiutate o hanno ricevuto richieste di modifica, principalmente legate a elementi come la violenza e il gioco d’azzardo. Certamente i produttori tireranno un sospiro di sollievo, ora che il mercato cinese è stato di nuovo riaperto, per quanto con molti limiti. Voi cosa ne pensate? Siete fiduciosi nei confronti della politica di revisione cinese?

Fortunatamente, in occidente non dobbiamo preoccuparci di blocchi: se vogliamo giocare a Fortnite, possiamo farlo senza problemi!