Giochi PC

L’Università di York smonta il legame tra giochi e violenza

L'Università di York ha svolto una ricerca con lo scopo di capire se i videogiochi violenti, come può essere Grand Theft Auto V, spingano le persone a essere più aggressive anche nella vita reale. Il risultato finale ha dato esito negativo: la violenza virtuale non ha un impatto significativo sul comportamento dei giocatori.

Tekken 7 cover

Ad avvalorare i risultati di questo studio sono il numero di partecipanti, quasi 3000, e il tipo di esperimenti svolti. Il campione preso in esame dai ricercatori dell'Università di York, in Inghilterra, è molto importante perché superiore a quello di altri studi simili.

Sebbene non sia stato specificato se i partecipanti giocassero principalmente a giochi violenti o meno, la maggior parte degli intervistati ha dichiarato di giocare almeno una volta a settimana, segno che a rispondere ai test della sperimentazione erano veri giocatori e non i cosiddetti "casual gamer".

La ricerca ha concluso che la violenza nei videogiochi, anche quelli con una grafica realistica, non ha portato un aumento dell'attitudine aggressiva nei giocatori. Per arrivare a questo risultato sono stati effettuati vari test.

Call of Duty: Infinite Warfare

In una prova, agli intervistati è stato chiesto di associare varie immagini a veicoli o animali dopo aver giocato una partita a bordo di una vettura nella quale dovevano evitare le collisioni con altre macchine e un'altra in cui nei panni di un topo dovevano scappare dalle grinfie di un gatto.

I partecipanti sono stati poi sottoposti a immagini più realistiche confrontando le reazioni in due giochi di combattimento che usavano una diversa fisica dei movimenti dei personaggi: una più realistica, l'altra animata in maniera meno reale. Infine sono stati usati anche due giochi di guerra modificati per far sì che in uno i nemici risultassero animati da movenze tipiche di un soldato, mentre nell'altro no.

Videogiochi e cronaca nera, un legame inaccettabile

Il dottor Zendle a capo delle ricerca ha dichiarato che i risultati suggeriscono che non ci sia un legame tra la violenza nei videogiochi e comportamenti aggressivi nella vita reale. Tuttavia per confermare questi risultati occorrono altri studi che prendano in esame altri aspetti del realismo, mettendo per esempio un soggetto alle prese con una situazione estrema come può essere una tortura.

Ryzen 5 1500X Ryzen 5 1500X



Ryzen 5 1400 Ryzen 5 1400