Giochi PC

Magic The Gathering Arena, Set Base 2021 | Anteprima

In una torrida estate post-pandemia, Wizards of the Coast non accenna a rallentare i contenuti dedicati al suo Magic The Gathering, ora pronto ad accogliere il nuovo Set Base del 2021. Ogni Set Base è decisamente importante nell’economia del gioco di carte più rinomato del mondo, ma quest’anno assume un significato speciale soprattutto per via degli eventi ancora in corso negli ultimi mesi. Quando vi abbiamo parlato di Ikoria infatti avevamo accennato a come fosse difficile organizzare le iniziative in-store e di quanto Magic Arena si fosse dimostrato essenziale per sostituire temporaneamente il pomeriggio nel negozio di fiducia.

Ora però le restrizioni – almeno da noi – si sono alleggerite e molti luoghi di ritrovo per evocatori magici stanno riaprendo le loro porte e quale migliore occasione per festeggiare attraverso il nuovo set per inaugurare un altro anno di Magic? Grazie nuovamente ad Arena e alla gentilezza del team di Wizards of the Coast abbiamo provato in anteprima quello che il Set Base 2021 ha da offrire, in modo da poter osservare quali saranno le principali novità con cui iniziare l’avvio verso le espansioni del 2021.

Varchi temporali dal passato

Come spesso accade per i Set Base, quello del 2021 accoglie un bel mix di carte nuove e vecchie, ristampate per l’occasione nella gloria dei loro artwork originali. Al centro di questo miscuglio temporale c’è il buon vecchio Teferi, ancora una volta messo a protagonista di un set insieme ad altri planeswalker noti come Chandra e nuovi del calibro di Basri Ket.

Tra le ristampe si possono ritrovare elementi essenziali delle vecchie espansioni come Angelo Flagellatore, Colpo Sprezzante, Cadavere Ambulante, Bizzaria Divoramagie, Shock e tanti altri. Carte del genere vanno a porre le basi conosciute degli archetipi ancora in vigore, rafforzando quindi lo Standard con carte finite fuori rotazione (almeno, alcune di esse). L’unica aggiunta originale è l’archetipo dei Cani, finalmente scesi in campo per contrapporsi ai Felini fin troppo adorati nelle ultime espansioni.

Proprio per via della mole di molte ristampe del set, particolarmente decorate per un effetto nostalgico, il Core Set del 2021 al momento è quasi un punto di transizione che di rivoluzione, un seme ancora lontano dal germogliare completamente con il supporto dei prossimi contenuti da costruire su di esso.

Allo stesso tempo però, oltre alla stabilità di carte performanti dal sapore familiare, ci sono tante nuove aggiunte degne di particolare nota, tra cui gli incisivi planeswalker che accompagnano l’espansione. Prendiamo ad esempio Ugin, accolto nel Set Base 2021 con una delle sue versioni più potenti degli ultimi piani, capace di poter cambiare le sorti dello scontro anche solo nel turno d’evocazione. O lo stesso Teferi, che con la versione Maestro del Tempo ha già fatto discutere gli appassionati fin dai primi spoiler dei suoi effetti.

In generale però, proprio per l’impostazione alla base del Set, c’è un buon compromesso tra il bilanciamento degli archetipi e dei colori, tanto da poter livellare il meta standard con diverse opzioni decisamente performanti dal sentiero tracciato per i veterani del gioco. L’introduzione delle nuove carte inedite va infatti a rafforzare parole chiave e meccaniche già consolidate senza aggiungere particolari funzioni inedite, come lo era stato per Ikoria: Terra dei Behemoth.

Un punto di partenza

A ragione di ciò, quello che ci è risultato più evidente fin dai primi passi nel Set Base 2021 è che esso sia un ottimo punto d’approccio per tutti quei giocatori che ancora sono abbastanza lontani da Magic, specialmente se lo si vuole fare tramite Magic Arena. Dal vivo potrete infatti trovare i classici mazzi tematici intorno ai planeswalker e al loro monotipo (configurazione decisamente rafforzata per alcuni colori come il bianco), se non addirittura dei box a doppia composizione che vi permetteranno di costruire un mazzo multicolore o sfidare i vostri amici senza troppa fatica.

In un modo o nell’altro ogni Set Base rappresenta un po’ la porta d’ingresso verso un nuovo Magic The Gathering, una di quelle occasioni in cui non importa quanto si è dentro al gioco o quanto grande è la propria collezione di carte, tutti si possono unire e utilizzare le carte ottenute col set per costruire un mazzo degno delle partite classificate. In Magic Arena questo può essere tradotto nelle partite Draft e Sealed, le quali come a un evento pre-release dal vivo vi permettono di costruire un mazzo da una risma di carte casuali e giocare contro altri avversari per ottenere sempre più premi. Mentre per il Sealed vi serviranno delle gemme (acquistabili con soldi reali o vincibili in altre modalità), l’evento Draft è ad ingresso libero previo pagamento con la valuta gratuita di gioco: un perfetto modo per approcciarsi all’espansione da neofiti e uscirne già con un bel po’ di carte per costruire un mazzo fuori dall’evento.

Non scordandosi però degli eventi dal vivo, Wizards of the Coast ha dotato di ogni grimorio planeswalker o precostruito di codici particolari per riscattare le stesse carte su Magic Arena, mentre i pacchetti pre release includeranno come al solito qualche bonus di diverso tipo. Il divario tra digitale e fisico si assottiglierà quindi ancora di più nel 2021, sperando che i diversi incentivi per entrambe le parti possano aiutare la ripartenza dei sempre ottimi tornei all’interno dei negozi specializzati, colpiti fin troppo duramente dal COVID-2019.

Magic The Gathering: Arena è un gioco free-to-play scaricabile sia su PC che su Mobile attraverso il sito ufficiale o Epic Games Store.