Altre Console

Microfoni economici per streamer, i migliori | Giugno 2021

Siete uno streamer in erba o state pensando di cominciare a streammare? In tal caso, uno dei primi acquisti che dovreste assolutamente considerare è quello di un buon microfono: avere a disposizione un dispositivo dedicato per registrare la vostra voce, in sostituzione ai microfoni integrati nelle cuffie, è infatti, uno dei primi passi da fare per far compiere ai propri contenuti un bel balzo di qualità. All’inizio della propria carriera da streamer, allo stesso tempo, è più che giusto voler spendere poco: non sentitevi obbligati a sborsare un capitale per avere un microfono, dal momento che molti dispositivi sono in grado di offrire un’ottima qualità di registrazione a un prezzo più che accessibile. Di seguito, infatti, ci concentreremo su quelli che sono i migliori microfoni economici disponibili sul mercato, con cui potrete avere a disposizione un compagno più che valido nelle vostre registrazioni a un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Quasi tutti i dispositivi che vedrete nell’elenco che segue sono microfoni USB (ciò vi evita di dover acquistare un alimentatore esterno, riducendo ulteriormente il costo totale), e possono essere collegati non solo a un PC, ma in generale a ogni dispositivo dotato di un’interfaccia di questo tipo e compatibile con un microfono. Prima di cominciare a parlare dei migliori microfoni economici per streamer, ricordate che sulle nostre pagine trovate anche altre guide complementari a questa: una sui migliori prodotti per abbellire la propria postazione, una sulle migliori luci da streaming, per migliorare l’illuminazione della stanza, e una sui migliori accessori per completare la vostra postazione da streaming. Senza perderci in ulteriori indugi, cominciamo!

Migliori microfoni economici per streamer

Migliori microfoni economici streamer

Tonor TC30

Migliori microfoni economici streamer

Cominciamo col più economico (i microfoni che trovate sono in ordine di prezzo, chiaramente senza considerare le offerte, che sono variabili), ovvero il Tonor TC30. Si tratta di un microfono USB dalle dimensioni parecchio compatte, caratterizzato da una buona qualità costruttiva in rapporto al costo e dotato di una connessione USB di tipo C (l’altra estremità del cavo è di tipo A, ma potete sempre munirvi di un adattatore). Una nota di merito è legata al fatto che, nonostante il ridotto costo a cui viene venduto, include sia una piccola basetta con cui tenerlo in posizione stabile su un tavolo (può anche essere montato su un supporto, all’occorrenza), sia un filtro antipop, che serve per “ammorbidire” la voce e ridurre le distorsioni.

» Clicca qui per acquistare Tonor TC30


YOTTO YDM-10

Migliori microfoni economici streamer

Salendo leggermente col prezzo, troviamo lo YOTTO YDM-10, uno fra i microfoni più affidabili e meglio realizzati disponibili al di sotto dei 50 euro. Anch’esso è contraddistinto da un design plug and play, che non richiede alcun tipo di installazione, e si contraddistingue per la buona scheda tecnica in rapporto al prezzo, con frequenza ad alta risoluzione fino a 192 KHz/24 bit. Si tratta, allo stesso tempo, di un microfono a cardioide, che cattura la voce seguendo un pattern “a cuore”, con particolare attenzione a quella proveniente dalla parte frontale, e al contempo riduce al minimo i rumori ambientali. Nota di pregio anche per la qualità costruttiva, sia del microfono stesso che della base, che presenta numerose regolazioni e una superficie di appoggio ampia e stabile. Presente, anche in questo caso, il filtro antipop.

» Clicca qui per acquistare YOTTO YDM-10


Marantz MPM-1000U

Migliori microfoni economici streamer

Marantz è una garanzia quando si parla di microfoni, e il MPM-1000U non fa eccezione. Economico e affidabile, si tratta sostanzialmente della variante USB di un microfono che viene venduto in due varianti diverse, di cui l’altro, quello “senza U”, è quello a condensatore, che richiede cioè di essere collegato a un alimentatore esterno. Il Marantz MPM-1000U è caratterizzato da un pattern polare a cardioide, e possiede un’elevata risposta in frequenza (da 20 a 17.000 Hz). Viene venduto esclusivamente con il cavo di collegamento e con un reggimicrofono molto basilare: il nostro consiglio, qualora non foste soddisfatti della base inclusa nella confezione, è quindi quello di comprarne una separata o di inserirlo in un braccio porta-microfono, in modo da avere maggior stabilità.

» Clicca qui per acquistare Marantz MPM-1000U


Tonor Q9

Migliori microfoni economici streamer

Il Tonor Q9 è uno dei microfoni USB più venduti e apprezzati nella sua fascia di prezzo, ovvero quella compresa fra i 50 e i 100 euro. Piuttosto affidabile e dotato di grande fedeltà nella registrazione del suono (con diaframma da 16mm), viene venduto con un invidiabile set di accessori: filtro antipop, copertura antipolvere per il microfono e braccio porta-microfono, fissabile in maniera comoda e intuitiva a qualsiasi tavolo o superficie piana. Il microfono è dotato di due pulsanti frontali utili sia a spegnerlo e accenderlo (premendo a lungo) sia a regolare il volume, cosa che evita di dover intervenire via software: una comodità in più da non sottovalutare.

» Clicca qui per acquistare Tonor Q9


HyperX SoloCast

Migliori microfoni economici streamer

HyperX è uno dei brand più noti per quanto riguarda la produzione di accessori dedicati al gaming, contraddistinguendosi sempre per prodotti di ottima qualità. L’HyperX SoloCast non fa eccezione: si tratta di un ottimo microfono, pensato per essere inserito in un braccio regolabile e perfetto per chi si dedica a streammare videogiochi, grazie alle sue dimensioni estremamente contenute e poco ingombranti. Si tratta, anche in questo caso, di un microfono “intelligente”, dotato di un tasto mute per essere messo istantaneamente a “riposo”, oltre che di un led di stato, che permette di controllare istantaneamente se il microfono sta registrando in quel momento oppure no. Viene venduto con una comoda base, anch’essa parecchio ridotta nelle dimensioni, che gli permette di occupare pochissimo spazio sulla scrivania.

» Clicca qui per acquistare HyperX SoloCast


Samson Meteor

Migliori microfoni economici streamer

Il Samson Meteor è una vera e propria istituzione nella sua fascia di prezzo: abbiamo voluto includerlo tra i microfoni economici per via dell’elevatissimo rapporto qualità/prezzo, che per una cifra accettabile permette di portarsi a casa un dispositivo di qualità superiore rispetto a tanti altri, anche di simile costo. Il diaframma da ben 25 mm e la risposta in frequenza che arriva fino a 20000 Hz lo rendono un microfono di assoluta qualità: le dimensioni, che ne fanno il microfono più compatto del lotto (se la gioca con il SoloCast), permettono poi di portarlo praticamente ovunque si desideri: oltre che a poter essere utilizzato senza problemi in casa, dunque, è il perfetto compagno di chi possiede un PC portatile e ha necessità di registrare podcast o sessioni di gaming in mobilità.

» Clicca qui per acquistare Samson Meteor


Blue Snowball

Migliori microfoni economici streamer

Il Blue Snowball viene venduto a circa due terzi del prezzo del suo omologo di fascia superiore, lo Yeti, eppure ha ben poco da invidiargli in termini di qualità (specie se rapportato al costo inferiore), e, fra i microfoni venduti a circa 80 euro, se la gioca alla pari con il Samson Meteor. Uno fra gli elementi che lo contraddistinguono maggiormente è senza dubbio il design retrò (come da tradizione per i prodotti Blue), caratterizzato da una forma “a palla”, non così inusuale (altri microfoni seguono la stessa filosofia). Se volete risparmiare, sul mercato c’è anche il Blue Snowball iCE, versione leggermente più economica, con una qualità costruttiva inferiore e impostazioni audio meno personalizzabili.

» Clicca qui per acquistare Blue Snowball
» Clicca qui per acquistare Blue Snowball iCE

Come scegliere il miglior microfono da streamer economico

Quando si parla di microfoni da streamer economici non è affatto facile scegliere un dispositivo adatto alle proprie esigenze, specie considerato che il mercato è pieno di microfoni che a una prima occhiata potrebbero sembrare “buoni” ma che poi, scavando a fondo, presentano troppi compromessi che ne compromettono l’usabilità. Qui di seguito, vi guideremo nella scelta del miglior compromesso attraverso tre semplici consigli.

Prezzo

Il prezzo è un fattore importante da tenere in considerazione, ma non è l’unico: più che di prezzo in senso stretto, dovremmo forse parlare di rapporto fra la qualità e il prezzo del microfono, che non è sempre uguale, anzi, è differente a seconda di ogni microfono: tenete presente, specie in questo mercato, che l’opzione più economica non è necessariamente la “migliore” in senso assoluto in termini di risparmio. Ad esempio, potrebbe convenirvi di più comprare un microfono leggermente più costoso (nell’ordine di poche decine di euro) e tenerlo per tanti anni, piuttosto che acquistare il più economico di tutti puntando sulla convenienza e poi, magari, doverlo cambiare per via di sopraggiunte esigenze differenti. La scelta finale, comunque, sta sempre a voi: dipende da quel che ci dovete fare!

Qualità costruttiva

Quando si prende in esame un microfono, la qualità costruttiva è un elemento da non sottovalutare per niente, anzi: si tratta di dispositivi la cui qualità costruttiva va di pari passo con la qualità del suono prodotto. Si tratta di semplice logica legata al loro stesso stesso di funzionamento: un microfono potrà anche avere un diaframma eccezionale, ma se quest’ultimo non è circondato da materiali di qualità, capaci di ridurre al minimo vibrazioni e distorsioni, il suono sarà sempre più scadente del normale. Cercate, per questo motivo, di scegliere il microfono che vi sembra il migliore dal punto di vista costruttivo, e nei primi giorni di utilizzo non sottovalutate per niente quest’aspetto: prima ancora di passare all’esame della qualità del suono, prendete in mano il microfono, esaminatelo da tutte le angolazioni e verificate presenza o assenza di eventuali scricchiolii o parti che vi sembrano meno solide.

Caratteristiche tecniche

Nella fascia bassa e media del mercato molti microfoni (specie quelli USB) tendono a somigliarsi nei “numeri” dichiarati dai produttori, come quelli che riguardano la risposta in frequenza, l’ampiezza del diaframma e via discorrendo. Qualche differenza, però, può capitare anche qui: per questo motivo, esaminate minuziosamente tutte le schede tecniche dei microfoni che state valutando di acquistare, verificando soprattutto elementi come la sensibilità al rumore, l’impedenza e la frequenza. Anche la compatibilità con più dispositivi è un “plus” a favore di questo o quel microfono: prima di acquistarlo, verificate di poterlo collegare senza problemi a tutti i dispositivi che utilizzerete per le registrazioni. Può essere comodo anche tenere in considerazione la lunghezza del cavo USB, nel caso in cui abbiate bisogno di un cavo un po’ più lungo: alcuni produttori, infatti, hanno un po’ il “braccino corto” da questo punto di vista.