Giochi PC

Microsoft Flight Simulator ci ha lasciato a bocca aperta | Anteprima

Agosto si preannuncia un mese grandioso per i giocatori PC considerando i diversi titoli interessanti in arrivo. Tra i tanti il pensiero non può che ricadere sul grande ritorno della serie di Microsoft Flight Simulator, il simulatore di volo sviluppato da Asobo e pubblicato da Xbox Game Studios che si prepara ad arrivare su PC e in futuro anche su Xbox One e Xbox Series X.

Sono passati più di 14 anni dall’ultimo capitolo e onestamente non credevamo realmente possibile il ritorno di questa prestigiosa saga simulativa, ma soprattutto non ci aspettavamo di vederla con una qualità così elevata e travolgente. Nel corso degli ultimi giorni abbiamo avuto la possibilità di provare in anteprima una versione preliminare del gioco, rimanendo a bocca aperta per la cura nei dettagli e l’enorme profondità del gameplay, talmente ben studiato, da risultare praticamente imprescindibile per un qualsiasi appassionato di volo.

Il simulatore definitivo per gli appassionati

Microsoft Flight Simulator vi immerge completamente nei panni di un pilota e nella possibilità di poter volare in qualunque parte del mondo con praticamente qualsiasi tipologia di aereo. Nella nostra prova non avevamo accesso a tutti i velivoli che saranno presenti nelle tre versioni del gioco completo, ma tanto è bastato per poter assaggiare un gameplay profondo, completo ed estremamente personalizzabile. Un esperto rischia davvero di perdersi nei meandri dei comandi disponibili, mentre un giocatore che non è avvezzo al genere può essere guidato con i vari tutorial. Il gioco, infatti, può essere giocato anche con un controller Xbox, anche se il consiglio numero è quello di munirsi di cloche e periferiche adatte per sfruttare pienamente il potenziale offerto dal gioco.

Sui contenuti Asobo ha chiarito che il gioco avrà una serie di aggiornamenti già programmati, tra cui l’introduzione prioritaria del supporto alla realtà virtuale – che arriverà quanto prima. Arriveranno gli elicotteri, stazioni per il meteo, la possibilità di condividere il proprio cockpit con un nostro amico e una serie di aerei a aeroporti in più.  Sempre con gli aggiornamenti arriveranno i danni visibli – non presenti – e una campagna dedicata.

Ogni singolo comando interno all’aereo è utilizzabile, così come tutta l’interfaccia che misura altitudine, velocità e motori sono visibili e importanti ai fini del gameplay. Pilotare con la difficoltà realistica è quindi tosto, ma è sicuramente il modo migliore e più divertente per approcciare il titolo. Il vento, la pioggia o qualsiasi altra condizione atmosfera che crea turbolenze è predisposta per renderci il viaggio più complicato, ma anche più immersivo. Ci sono una serie di indicatori da tenere sempre sott’occhio, fondamentali per non rischiare di schiantarci da qualche parte. Asobo ha promesso una serie di tutorial e meccanismi utili per insegnare ai neofiti a pilotare nel gioco, ma come detto è un percorso lungo e anche inizialmente un po’ frustrante, ma sicuramente la soddisfazione e il poter giocare in maniera completamente simulativa è la parte più divertente dell’esperienza.

Tutti i voli che selezioniamo sono personalizzabili dall’inizio alla fine. Possiamo decidere di rendere il tutto in real-time, con traffico aereo e clima esattamente come nella realtà, oppure decidere di scegliere la condizione e la pressione atmosferica, l’altezza delle nuvole, l’ora del giorno e tantissimi altro a nostra scelta. Possiamo anche decidere se seguire delle sfide giornaliere – con tanto di leaderboard – o semplicemente decidere di intraprendere un viaggio aperto. Manca una modalità carriera, anche se gli sviluppatori hanno promesso di implementarla nel medio-breve futuro. Attualmente, quindi, possiamo viaggiare liberamente nell’interno mondo, ma senza particolari obbiettivi o sfide personali.

Ecco la next-gen

Per chi fosse dubbioso sull’effettiva qualità grafica del titolo lo diciamo subito: Microsoft Flight Simulator è impressionante. Siamo dinanzi ad un’esperienza fotorealistica, talmente curata che più volte ci siamo chiesti se quello che vedevamo sullo schermo fosse davvero un videogioco o un filmato reale visto su YouTube. La cura degli interni degli abitacoli, l’illuminazione, i riflessi, le condizioni atmosferiche; tutto è talmente ben fatto da lasciarci continuamente a bocca aperta, sorprendendoci come non capitava da tempo.

In un momento di curiosità siamo partiti da uno degli aeroporti di Rio de Janeiro, pronti ad effettuare un volo libero e osservare le bellezze naturalistiche della zona. Il tempo non prometteva nulla di buono e infatti dopo circa quindici minuti è iniziata una tempesta a dir poco spaventosa, ma allo stesso tempo semplicemente sbalorditiva. Mai viste, in nessun videogioco, delle condizioni atmosferiche così realistiche e ben riprodotte. Quando con il nostro Jet siamo riusciti a raggiungere la parte superiore delle nuvole, uno skybox ci ha accolto in un abbraccio quasi commovente, i nostri occhi brillavano di gioia e per un attimo siamo rimasti talmente sbigottiti da commuoverci.

Le mappe satellitari di Bing danno ancora più spessore all’intera produzione, riproducendo in 3D scala 1:1 le città e i paesi di tutto il mondo grazie alla potenza dei server Azure. A conti fatti, Microsoft Flight Simulator è la prima vera prova concreta delle potenzialità del Cloud applicato ad un videogioco. I dettagli sono di un livello qualitativo talmente alto, da poter osservare il Duomo di Milano e il Colosseo con una definizione impensabile per un simulatore, anche a distanze minime. In completa sincerità se Microsoft avesse mostrato la versione Xbox Series X di Flight Simulator invece di Halo Infinite non escludiamo che la console avrebbe potuto dare una dimostrazione di forza ben più superiore rispetto a quanto fatto con l’iconico FPS.

Durante l’anteprima abbiamo svolto dei test preliminari con una RTX 2080 Super testando tre diverse impostazioni: Ultra-HD, Quad-HD e Full-HD, poco sotto potete trovare la nostra configurazione usata per il test.

GPU Nvidia RTX 2080 Super Founder Edition
CPU Intel Core i9-9900KF
SCHEDA MADRE Asus ROG Z390 Maximus XI Hero Wi-Fi
RAM Corsair Dominator Platinum 16GB DDR4-3600
SSD Crucial MX500 500GB

Per la versione finale del gioco eseguiremo dei test con diverse schede grafiche e ci impegneremo a consigliarvi le migliori configurazioni per giocare al massimo a Microsoft Flight Simulator. Nel frattempo questi sono i risultati ottenuti nella versione preview:

Chiaramente non è il gioco completo, ma già da ora possiamo dire che l’estrema bellezza grafica di Microsoft Flight Simulator va di pari passo con l’enorme quantità di risorse che richiede. Difficilmente crediamo che con la 2080 Ti si riescano a raggiungere i fatidici 4K a 60 FPS – lo scopriremo nei test della versione finale -, ma per lo meno possiamo dire che siamo dinanzi ad un nuovo standard per le esperienze videoludiche sotto l’aspetto puramente tecnico, probabilmente il nuovo punto di riferimento per i benchmark di fascia alta. Sia chiaro, qualche criticità l’abbiamo trovata, come caricamenti lunghi e qualche piccola problema di render su alcune zone del mondo di gioco, ma nulla che non si possa risolvere con una pulizia finale.

Tirando le somme

Microsoft Flight Simulator potrebbe davvero divenire lo standard tecnico per le produzioni videoludiche future, il tanto atteso “nuovo Crysis” capace di mettere a dura prova in maniera soddisfacente il vostro PC. Ma questo nuovo incredibile episodio firmato Asobo e Xbox Game Studios non è soltanto bello da vedere, ma anche e soprattutto da giocare; se siete appassionati di simulatori di volo, questo Microsoft Flight Simulator potrebbe davvero essere il titolo definitivo che stavate aspettando. Grazie alle sue impostazioni di accessibilità non escludiamo che possa attirare anche nuovi giocatori e forgiare una community capace di dare nuovo lustro alla leggendaria saga. Se la versione finale dovesse toglierci i dubbi sui contenuti e sul multiplayer, parleremmo quasi sicuramente di un capolavoro capace di dare un segnale importante, destinato ad aprire nei migliori dei modi il nuovo percorso di Xbox Game Studios ed entrare di prepotenza nella nuova generazione di videogiochi, che almeno su PC, sembra essere già arrivata.