Tom's Hardware Italia
PlayStation 4

Nacon Asymmetric e Revolution Unlimited, l’importanza degli analogici asimmetrici

Quanto sono importanti gli analogi asimmetrici in un pad? Tanto e oggi vi spieghiamo il perché, facendo riferimenti agli ultimi arrivi della gamma Nacon.

I pad possono differenziarsi per tanti motivi, dal classico colore dei pulsanti, dai motori legati alla vibrazione, dalla qualità dei materiali e per la posizione degli analogici. Sono principalmente due i tipi di controller presenti sul mercato, quelli simmetrici e quelli asimmetrici. Un esempio del primo caso sono i Dualshock 4 di PlayStation 4, mentre i controller Xbox sono divenuti famosi grazie alla loro natura asimmetrica. Ora, i gusti sono gusti e ogni giocatore può trovarsi bene con uno piuttosto che con un altro, ma è oggettivo dire che la posizione asimmetrica sia quella più corretta e meno “dannosa” per le nostre mani, per una questione puramente legata al giusto posizionamento dei pollici.

Per questo Nacon punta da sempre tantissimo sui prodotti asimmetrici, una chiara prova di ciò sono gli ultimi due controller rilasciati dall’azienda, il Nacon Asymmetric e il Nacon Revolution Unlimited che abbiamo analizzato nel nostro video qua sotto.

Ma gli analogici asimmetrici sono importanti solo per una natura prettamente legata alla comodità? Non esattamente, in realtà, sembra strano, ma garantiscono un piccolo vantaggio rispetto ai pad con analogici simmetrici. Questo soprattutto per quanto concerne gli sparatutto competitivi. I Nacon sono infatti pad orientati sia per chi gioca single player sia soprattutto per chi compete in multiplayer su titoli quali Call of Duty, Killzone, Apex Legends, Fortnite ma anche esclusive come Uncharted e The Last of Us.

Il vantaggio principale è derivato da una minor sensazione di fatica al pollice sinistro, soprattutto se si considera che generalmente l’analogico sinistro è utilizzato per lo scatto del personaggio durante la pressione. Premerlo continuamente con il controller simmetrico genera col passare del tempo un dolore fastidioso, dovuto principalmente alla posizione poco ergonomica della mano. In una partita online multigiocatore questo comporta minor tempo di reazione e affaticamento con ore di gioco prolungate.

Oltre a questo ci sono altre caratteristiche, oltre a quelle prettamente, che possono indurre un pad con analogici asimmetrici a essere preferito, come ad esempio la conseguente posizione della croce direzionale posta sotto invece che sopra. Sappiamo che negli sparatutto, soprattutto in quelli multigiocatore online, la croce direzione serve necessariamente per azionare delle abilità, supporti di qualche genere o persino cambiare arma o granata. Sopra diventa decisamente più scomoda da utilizzare rispetto ad averla sotto, anche se in questo caso parliamo di un dato prettamente soggettivo.

Sappiamo che videogiocare con il pad è una pratica che varia da persona a persona, qualcuno ritiene che titoli come i picchiaduro o i giochi d’avventura siano più fruibili con un dualshock 4 e quindi con analogici simmetrici, la verità è che spesso dipende fortemente dalla nostra abitudine, ma sarebbe sbagliato anche dire che videogiocare con pad simmetrici sia la stessa cosa e che siano ergonomici quanto quelli asimmetrici che per concezione vera e propria sono più comodi, non per altro i professionisti che competono su console utilizzano quasi sempre soltanto pad asimmetrici.

Per cui capiamo perfettamente la scelta di Nacon di presentare sul mercato due controller asimmetrici che puntano a due differenti pubblici, uno più casual con l’asymmetric pad e il Nacon Revolution Unlimited, che oltre a essere tra i migliori pad attualmente in commercio per PlayStation 4 – soprattutto per qualità/prezzo – sono anche parecchio comodi per lunghe sessioni di gioco.