Giochi PC

Palazzo della Sorgente

Pagina 16: Palazzo della Sorgente

Oggetti importanti: Ricordo – Trofeo del Drago – Acqua del Palazzo – Sakè di Fonte di Drago x2 – Grani di Rosario x3 – Karma della Bestia – Semi di Zucca x1 – Pezzo di Maschera: Drago (sx) – Grande Baffo Bianco – Lapislazzuli – Goccia di Sangue del Drago – Ricordo – Chiave del Passaggio Segreto – Testo Esoterico: Mushin.

Andate all’Idolo dello Scultore “Ingresso della Grotta Nuziale”, entrate nella caverna e interagite con il palanchino. Dopo il filmato seguite la strada, pregate all’Idolo dello Scultore “Palazzo della Sorgente” e preparatevi allo scontro con la Monaca Reale. Le prime due fasi si possono risolvere molto velocemente con i Colpi Mortali portati dall’alto dei rami che circondano il ponte: fatelo per agevolarvi lo scontro.

Sconfitta, otterrete il suo Ricordo e il Trofeo del Drago. Pregate all’Idolo dello Scultore “Tempio Vermiglio” e proseguite seguendo la strada. Al primo tempio raccogliete la sfera Mibu dell’Anima e uccidete alle spalle il primo nobile. Esattamente come quello nella Foresta, sono molto deboli ma evitate uno scontro diretto a meno che non siate molto vicini: possono infatti infliggervi in pochissimo tempo lo stato Debolezza, che vi riduce parecchio la Vitalità e blocca qualsiasi tentativo di resurrezione lasciandovi alla loro mercé. Questo va ricordato nelle fasi più avanzate del Palazzo, dove ce ne sono diversi nella stessa area. Proseguite, uccidete gli altri due nobili e uscite. È vitale ricordarvi di non entrare mai nell’acqua alta, perché al momento c’è un boss in grado di folgorarvi dalla distanza non appena lo fate. Dovete aspettare di raggiungerlo e sconfiggerlo per muovervi in totale sicurezza.

Usate il rampino sul tetto a sinistra e continuate a salire fino a raggiungere il più alto, dove ci sono tre arciere di guardia, eliminatele e fate lo stesso con la spadaccina sul ponte spezzato, raccogliendo inoltre l’ammasso di adipocera. Voltatevi, usate il tetto sulla destra per scendere dall’altra parte, uccidete l’arciera, la spadaccina e il nobile nascosto nella rientranza a sinistra, prendete la sfera Mibu della Ricchezza, salite sul ciliegio e da lì ancora sul tetto per sbarazzarvi dell’arciera. Proseguite verso il cortile successivo, pattugliato da tre cani in grado di lanciare fulmini – eliminateli quindi dalla distanza con gli shuriken. Raccogliete il confetto di Ungo e il borsello pesante (500 sen), poi entrate nell’edificio più a sinistra facendo attenzione al nobile e ai tre cani; prendete il frammento di adamantite, continuate lungo il ponte eliminando altri due cani ma fate attenzione agli altri cinque nel cortile. Raccogliete il fegato d’anguilla dal punto in cui si trovavano, il confetto di Yashariku ai piedi dell’albero e passate all’area successiva.

Pregate all’Idolo dello Scultore “Maniero di Mibu” e continuate: uccidete il nobile, parlate con la donna nella stanza per ascoltare il suo avvertimento, nonché la sua richiesta, poi girate a sinistra e sfruttate i paraventi per non farvi notare dal nobile nel cortile, raccogliete il farmaco blu e fate attenzione al nobile sul ponte. Ne avete anche uno subito alla vostra sinistra, eliminatelo, prendete il confetto di Ako ai piedi dell’albero e tenete un basso profilo per raggiungere il primo nobile e ucciderlo. Nella stanza sulla sinistra c’è un nobile assieme a una spadaccina, aggreditela alle spalle attirando così l’attenzione del nobile, uscite dal suo campo visivo e avvicinatevi per ucciderlo, poi svoltate a destra poco più avanti per raccogliere della polvere da sparo gialla. Prendete il fegato d’anguilla dal tatami, uscite, continuate lungo il corridoio accanto al ponte e usate il rampino per arrampicarvi: scendete nella stanza con il palanchino, raccogliete l’ammasso di adipocera e uccidete il nobile di fronte a voi e fate attenzione a quello di ronda assieme a due spadaccine. Nell’angolo in fondo a sinistra di questo complesso trovate dei coriandoli divini.

Proseguite e nel piccolo cortile accanto alle doppie porte vi aspettano un nobile assieme a una lanciera, in più c’è un altro nobile superate le porte. Una volta eliminati, tornando sui vostri passi noterete un buco nel pavimento dov’è possibile immergersi: fatelo e nuotate giusto un poco più avanti per riemergere in una stanza segreta dove vi aspettano Scaglia di Carpa del Tesoro x3 e l’oggetto chiave Acqua del Palazzo. Tornate indietro e uccidete tutti i nemici nel cortile centrale. Raccogliete le compresse ai piedi dell’albero e il frammento di adamantite all’interno dell’edificio assieme all’erba divina dal forziere. Tornate sui vostri passi e pregate all’Idolo dello Scultore “Palco Panoramico dei Fiori”. Ora una piccola deviazione: ricordate l’uomo al villaggio Mibu che beveva incessantemente chiuso nella sua casa? Bene, fate un salto da lui per offrirgliela e in cambio vi darà del Sakè di Fonte di Drago, riposate e tornate da lui per vederlo trasformato in uno dei nobili dalla casacca rossa: uccidetelo, poiché vi sarò diventato ostile, e otterrete una Scaglia di Carpa del Tesoro. A questo punto tornate all’Idolo dello Scultore “Palco Panoramico dei Fiori”, girate a sinistra, salite sul tetto, proseguite fino a raggiungere alle spalle la spadaccina e fate lo stesso con le due arciere poco più avanti. Questo vi sgombrerà il campo per la vostra battaglia contro boss Fiori di Ciliegio del Palazzo, o altrimenti detto toro: la strategia sarà dunque la stessa utilizzata con il suo infuocato amico ma questa volta potete mettere a segno un Colpo Mortale dai tetti.

Ucciso otterrete dei Grani di Rosario e l’abilità latente Karma della Bestia. Nel cortile sul retro raccogliete un borsello gonfio (1000 sen), un confetto di Yashariku e un frammento di adamantite, mentre sul lato dell’edificio dove passeggiava il toro ci sono delle compresse. Tornate all’idolo, proseguite assistendo alla rottura del ponte da parte di una carpa gigante. Sfruttate il rampino per raggiungere l’altro lato, poi tenetevi sulla sinistra dell’edificio di fronte a voi, aggiratelo e usate il rampino per raggiungere il nemico armato di pallone: uccidetela di sorpresa e fate lo stesso con l’arciera sul tetto di fronte a voi, poi proseguite mantenendo sempre la sinistra, scalate alcune rocce e usando il rampino raggiungete la scalinata dell’edificio principale: il portone sarà chiuso, perciò scendete le scale, occupatevi della spadaccina e dell’arciera e proseguendo fino alla balconata noterete il vostro obiettivo – l’idolo – di fronte a voi, dal quale vi separano cinque nemici.

Tornate indietro e subito fuori dal tempo svoltate a sinistra o a destra per lasciarvi cadere al livello sottostante ed eliminare le due arciere di guardia. Ora occupatevi di quei cinque nemici: il suggerimento è attirare una per una le quattro Okami di fronte al palco, sfruttando lo shuriken per colpirle e farle venire verso di voi, e solo in un secondo momento occuparsi di quella che si sta esercitando. Se fate bene attenzione a evitare il momento in cui si volta verso di voi, potete coglierla alla sprovvista, in ogni caso ricordate che i suoi attacchi imparabili comprendono a volte l’uso del fulmine. Uccisa, lascerà cadere il Sakè di Fonte di Drago. Pregate all’Idolo dello Scultore “Grande Ciliegio” e preparatevi ad affrontare il boss Capo Okami Shizu: è completamente indifesa ai vostri attacchi ma ha i fulmini dalla sua, dunque fate attenzione mentre la raggiungete.

Uccisa, otterrete dei Grani di Rosario. Ora siete totalmente liberi di esplorare le profondità del lago, ricco peraltro di Carpe del Tesoro ma anche di nemici, nella fattispecie un Senza Testa e la sua copia d’ombra: se non ve la sentite ancora di affrontarli, correte almeno il rischio di raccogliere i tesori di cui sono a guardia, ovvero Scaglia di Carpa del Tesoro x2 e dei Grani di Rosario in un forziere. Su di un tetto emerso potete notare una donna, parlandole vi dirà come procedere e vi chiederà inoltre di aprire per lei le porte del palazzo. Tenetevi sulla sinistra per vedere a un certo punto la carpa gigante prendere una direzione precisa: dovete seguirla, proseguendo senza farvi notare, per raggiungere di nuovo la riva. Una volta al sicuro, usate il rampino per salire fino all’Idolo dello Scultore “Area del Palazzo”, uccidete i nobili all’interno dell’edificio e aprite il portone per crearvi un’eventuale scorciatoia (questo assolverà anche parte delle richieste della donna che avete incontrato), poi voltatevi, raggiungete il forziere per raccogliere gli ultimi Semi di Zucca e aprite anche questa porta per proseguire.

Anziché andare dritti verso la meta, vi suggeriamo prima una deviazione volta a uccidere la Grande Carpa Colorata: non si tratta di una vera e propria battaglia ma ci sono dei passaggi da seguire. Fuori dal palazzo, svoltate a destra e usate il rampino per salire sul tetto, raggiungete l’estremità e sulla sinistra vedrete un ramo di ciliegio al quale aggrapparvi; da lì agganciatevi al tetto sottostante, poi ancora a quello di fronte a voi per raggiungere il nemico prima che inizi a tempestarvi di frecce. Scendete poi fino all’area con i due gong, pregate all’Idolo dello Scultore “Campana della Grande Carpa” e parlate con il nobile, ovvero il marito della donna che vi ha chiesto aiuto: vi dirà di suonare la campana per attirare la carpa, fatelo per capire di poterla nutrire come preferite. A questo punto, prima del passaggio successivo, vi suggeriamo di nutrirla con almeno tre esche preziose (le troverete sul fondo del lago) in modo da ricevere in cambio, dal guardiano, Scaglia di Carpa del Tesoro x3.

Fatto questo viaggiate fino all’Idolo dello Scultore “Area del Tempio”, usate il palazzo come scorciatoia e tornate al punto in cui avete sconfitto l’arciera e la spadaccina, nell’edificio al cui interno si trova l’incensiere. Guardate in alto per trovare un punto di aggancio e proseguite sulla sinistra, fino a un altro tetto e poi una caverna, uccidete le lucertole e andate avanti ancora sfruttando sempre i punti di aggancio. Arriverete in un’area con l’Idolo dello Scultore “Dintorni del Vaso Nobile” e al suo fianco troverete proprio il mercante Koremori Nobile del Vaso: questo passaggio può essere compiuto anche con Harunaga, alla Tenuta Hirata, sta a voi scegliere per chi dei due parteggiare, questo è semplicemente il più vicino alla vostra posizione. Parlategli e spendete almeno sette scaglie del tesoro per comprare i suoi oggetti – importante l’acquisto del Pezzo di Maschera: Drago (sx) –, così da sbloccare una conversazione con lui. Continuate a parlargli finché non vi darà un’esca particolare con cui nutrire la Grande Carpa Colorata. Se la avete ottenuta anche da Harunaga, questo è il momento di scegliere ma sappiate che l’esito non cambierà: la Grande Carpa Colorata morirà.

Una volta nutrita, viaggiate fino all’Idolo dello Scultore “Stagno della Scimmia Guardiana” per trovarne il cadavere e raccogliere il Grande Baffo Bianco: a questo punto avete già compiuto il vostro dovere e sbloccato il trofeo, ma se volete porre fine al tormento del guardiano, tornate da lui e mostrategli il baffo. Vi ringrazierà donandovi dell’erba divina. Riposate e guardatevi attorno per scoprire che è morto anche lui e al suo fianco si trova ora la figlia che vi aveva chiesto di liberarlo dalla sua costrizione. Parlatele per chiudere definitivamente questa missione. Se tornate da Harunaga o da Koremori, a seconda della vostra scelta, li troverete trasformati in carpa e dal loro vaso potete raccogliere del lapislazzuli. Parlando noterete che gli oggetti di uno sono passati all’altro, poiché o Harunaga o Koremori sono morti.

A questo punto potete riprendere l’avventura principale. Tornate all’Idolo dello Scultore “Area del Palazzo” e semplicemente salite fino alla vetta, facendo attenzione alle guerriere Okami lungo la strada. Pregate all’Idolo dello Scultore “Santuario” (poco prima, deviando sulla sinistra, potete raccogliere una Goccia di Sangue del Drago) e proseguite fino a interagire con la Vergine del Santuario. Ricordate che da questo punto in avanti non potrete più ottenere gli oggetti necessari ai finali “Ritorno” e “Purificazione”, se non l’avete ancora fatto recuperateli. Vi aspetta ora la battaglia contro il Drago Divino.

Sconfitto, verrete portati automaticamente alla Stanza di Kuro e otterrete il Ricordo del boss. Parlate con Emma per ottenere la Chiave del Passaggio Segreto – lo stesso del prologo – e sapere che Kuro vi sta aspettando nel campo dell’erba d’argento dove la prima volta siete stati sconfitti da Genichiro. Inoltre, se avrete padroneggiato tutte le Arti Ashina, vi farà dono del Testo Esoterico: Mushin. Siete dunque allo scontro decisivo ma prima ci sono alcune cose da fare per agevolarvi ancora di più il combattimento. Naturalmente sarete liberi di farle anche una volta finita l’avventura, senza scegliere di cominciare il Nuovo Gioco+, ma alcune vale la pena affrontarle adesso.