Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Power40, i potenti del mondo dei giochi. E spunta Tim Cook

Tim Cook, l'AD di Apple, è stato valutato come l'uomo più potente del mondo dei videogiochi. Seguono Don Mattrick di Microsoft Xbox e Satoru Iwata di Nintendo. Secondo Kotaku sono loro a tracciare i destini di un'industria che sta guadagnando sempre più adepti.

Tim Cook, Don Mattrick e Satoru Iwata. Che cosa accomuna questi tre nomi? Sono le persone più influenti nel mondo dei videogiochi. A dirlo è Kotaku, che ha stilato la Power 40, una classifica che mette in fila le figure che hanno una grande influenza sul settore. Il sito la aggiornerà mensilmente, a seconda degli avvenimenti.

Si tratta di una lista che mette in fila businessman, sviluppatori geniali e persone che con il loro lavoro sono collegate in qualche modo al settore e ne facilitano l’espansione. Insomma, è destinata a far discutere, perché mischiare personalità così diverse per caratura e mansioni divide per forza.

Ad esempio, andando in ordine, che c’azzecca Tim Cook con i videogiochi? Per molti proprio nulla, ma per Kotaku è l’amministratore delegato dell’azienda che ha creato il fenomeno App Store, realizzando una nuova dimensione dei videogiochi, quella sugli smartphone, che prima non c’era o comunque era una parte marginale e non preponderante come oggi.

Inoltre, il negozio digitale ha permesso a semplici appassionati o a grandi aziende di pubblicare contenuti a pochi euro, ampliando quindi il fenomeno del casual gaming, un tempo trascurabile, offrendo una base d’installato enorme, cioè 250 milioni di prodotti iOS.

Don Mattrick, a capo dello sviluppo Xbox, si è invece meritato la seconda posizione perché ha saputo rendere l’Xbox 360 non solo una piattaforma da gioco di grande successo grazie a esclusive di primo piano, ma anche un vero hub digitale casalingo con 40 milioni di utenti Xbox Live, dei quali 15 milioni usano la console con Kinect, una periferica complementare dalle possibilità sconfinate.

Il terzo è, come accennato, il boss di Nintendo Satoru Iwata. DS, Wii, Mario, Zelda e Pokemon vi dicono qualcosa? Un uomo che ha mantenuto la storica casa giapponese sulla cresta dell’onda negli ultimi anni, e che ora si trova a dover affrontare un periodo non facile tra un 3DS che ha ingranato solo dopo un netto taglio di prezzo, una Wii che sembra aver esaurito il suo ciclo e una Wii U in arrivo tutta da decifrare. Si tratta insomma di una figura decisamente importante del settore.

Dove sono gli sviluppatori? All’ottavo posto ecco spuntare Gabe Newell, preceduto dall’AD di Blizzard Mike Morhaime, da quello di Activision Blizzard Bobby Kotick, da Mark Zuckerberg di Facebook e Kaz Hirai, vicepresidente esecutivo di Sony.

Markus “Notch” Persson, il papà di Minecraft è diciassettesimo mentre Kevin Levin di Irrational Games è diciottesimo. Shigeru Miyamoto, Lead Game Designer di Nintendo, è ventesimo. La classifica vale la pena di guardarla, perché troverete nomi che forse non avete mai sentito, e che magari stanno dietro a grandi aziende e fantastici prodotti/produzioni.

Chiaramente ognuno di noi ha la propria Top Five personale, dettata da passioni o da uno sguardo più oggettivo al settore. V’invitiamo a condividerla nei commenti. Chissà, qualcuno di voi potrebbe nominare uno sconosciuto che tra 10 anni sarà in cima alla Power40!