Tom's Hardware Italia
PlayStation 4

Premio Nebula anche per le migliori sceneggiature nei videogames

Il Premio Nebula si avvicina al mondo dei videogame decidendo di premiare le migliori sceneggiature all'interno del medium.

Il videogioco è una forma d’arte al pari di altri medium? Alcuni rispondono , altri dicono no. Molti, da entrambi i lati, parlano un po’ a vanvera. Si tratta di un argomento caldo in territorio italiano dopo che l’ex ministro Carlo Calenda ha espresso la propria opinione in merito. Sappiamo tutti la reazione scatenata e l’ampio battibecco che si è generato.

Uno dei problemi principali è legato all’approccio alla discussione: spesso si fa di tutta l’erba un fascio. Affermare che il medium videoludico è una forma d’arte non significa pretendere che ogni singolo videogioco sia un pezzo d’arte. Così come un brutto disegno di un bambino dell’asilo non può far decadere il valore l’intera arte pittorica, allo stesso modo un videogame dai contenuti discutibili (e non parliamo solo della violenza) non rende “pericoloso” il medium nella propria interezza.

Anche la SFWA, l’associazione degli scrittori di fantasy e fantascienza, sembra aver accettato la cosa: in questi giorni, infatti, ha annunciato che sono state apportate modifiche al regolamento per il Premio Nebula. Si tratta, per chi non lo conoscesse, di un prestigioso riconoscimento dedicato alle migliori narrazioni fantasy e sci-fi pubblicate negli USA.

Per darvi un’idea, sappiate che il primissimo premio Nebula venne assegnato a Dune, di Frank Herbert. Nel corso degli anni, furono premiati Philip K. Dick, Isaac Asimov, Arthur C. Clarke, William Gibson, Ursula K. Le Guin, Neil Gaiman e Theodore Sturgeon. Ovviamente stiamo solo citando alcuni di essi.

Nebula aveva già iniziato a muoversi verso il mondo dei videogame nel 2016 quando lo SFWA aveva incluso al proprio interno anche scrittori di giochi, affermando che le sceneggiature di tale medium erano un nuovo approccio alla narrazione. Oggi, è stata aggiunta una categoria apposita (“Game writing”) tramite la quale verranno premiate le sceneggiature di giochi e videogiochi.

La SFWA ha affermato che:

Al cambiamento della tecnologia, si modificano anche i mezzi attraverso i quali narrare e l’eccellenza della scrittura non può essere limitata a romanzi, al cinema, alla TV o ai fumetti.

È un passo importante poiché, sebbene non equivalga a riconoscere all’intero medium una dignità pari a quella dei “fratelli”, si ammette che il videogioco ha un valore narrativo pari a quello letterario. I cambiamenti sono già entrati in vigore e saranno applicati già dalla prossima edizione: i primi vincitori della nuova categoria saranno annunciati a maggio 2019.

Uno dei giochi con la narrazione migliore dell’ultimo periodo è certamente Red Dead Redemption II: voi lo avete già comprato, vero?