PlayStation

Project Unity: 15 console in una per far sognare i giocatori

Project Unity è un nuovo dispositivo che promette di far impazzire di gioia tutti i fan del retrogaming, come se fosse un vero e proprio cimelio da venerare. Il sistema è una sorta di esperimento realizzato da un'appassionato, nome in codice Bacteria, che ha riunito in una sola macchina ben 15 console.

Alcune immagini di Project Unity, il sistema che integra 15 console in una

Il progetto non si avvale dell'emulazione per consentire di giocare con i giochi del passato ma sfrutta l'hardware originale per garantire la massima compatibilità. Le console incluse comprendono Sega Master System, Neo Geo MVS, GameCube, Dreamcast, Saturn, Intellivision, Colecovision, Atari 7800, Turbografx, PlayStation, PlayStation 2, Sega Mega Drive, NES, Super Nes, Game Boy Advance, Nintendo 64 e Amstrad GX4000.

Per semplificare la gestione energetica di Project Unity Bacteria ha dotato il dispositivo di un'unica unità d'alimentazione, in grado di fornire la corrente alle varie console. Il sistema sfrutta inoltre una singola uscita video e permette di essere usato con un solo controller personalizzato, in grado di funzionare con tutti i dispositivi.

L'appassionato spiega che per creare questo "mostro" ci sono voluti tre anni di lavoro (circa 3500 ore) e un budget che si aggira intorno alle 700 sterline, poco più di 800 euro. Per ora Bacteria non ha intenzione di vendere la sua Project Unity al pubblico, per cui meglio mettersi il cuore in pace e limitarsi a guardare il video pubblicato su YouTube.

Chi invece vorrà cimentarsi nell'impresa di costruirsi la propria Project Unity potrà prendere spunto dal filmato e dal lavoro di Bacteria per crearsi una versione personalizzata del dispositivo. A patto di avere 700 sterline e 3500 ore di tempo libero.