Xbox

Scorn, l’horror per Xbox Series X e PC ispirato allo stile di H. R. Giger

Basta poco per riconoscere in Scorn per Xbox Series X una chiara ispirazione allo stile gotico-organico di H.R. Giger, padre dell’immaginario visuale di Alien e, a cascata, anche del film Prometheus. Ecco perché già dopo pochissimi secondi dall’inizio del trailer, è possibile riconoscere l’ispirazione di questo titolo sviluppato dallo studio serbo Ebb Software.

È fin da subito evidente come l’ambientazione giochi un ruolo principale in Scorn tanto che il team di sviluppo non esita ad attribuirgli il ruolo di personaggio a tutti gli effetti dato che «tenterà in tutti i modi di mettere in difficoltà il giocatore facendogli perdere qualsiasi punto di riferimento». Ogni zona della grande ambientazione di Scorn avrà puzzle, personaggi e storia specifici anche se nel complesso, spiegano gli sviluppatori, tutte queste varie zone formeranno un modo perfettamente coerente e coeso.

E il gameplay? Nel trailer non abbiamo potuto vedere delle fasi di gioco. Ebb Software definisce Scorn «un’avventura horror in prima persona» durante la quale sarà possibile usare armi, oggetti e acquisire nuove abilità. Da alcuni trailer risalenti al 2017 è possibile intuire qualcosa sull’impostazione del gioco all’apparenza molto simile a quella di un FPS ma con un’azione più lenta e ispirata a immersive-sim come BioShock o a titoli come Metroid.

Anche se l’ultimo trailer è stato presentato nel corso di Inside Xbox di maggio, Scorn è in gestazione ormai da anni tanto che il primo trailer della versione pre-alpha fu pubblicato nel 2014 su YouTube e a questo ne seguirono altri negli anni successivi. L’intervento di Microsoft sembra essere stato provvidenziale per tirare fuori Scorn dal limbo di produzione in cui si trovava.

Il game director Ljubomir Peklar ha parlato proprio della collaborazione con Microsoft: «Per noi sviluppatori è fondamentale presentare Scorn nel migliore dei modi possibili. Lo stile visivo facilmente riconoscibile è solo metà dell’impresa, l’altra metà è avere una piattaforma tecnica che sia in graod di fare funzionare tutto».

Ebb Software spiega che a questo punto è entrata in gioco la partnership con Microsoft: «Xbox Series X è una console estremamente potente che ci permetterà di far funzionare Scorn a 4K e 60 fps con tutti gli effetti grafici del caso».

L’uscita di Scorn è prevista nello stesso periodo di lancio di Xbox Series X, quindi verso la fine dell’anno. Come tutte le esclusive Microsoft più recenti, il gioco arriverà anche su PC con la distribuzione attraverso il Microsoft Store e Steam.

I controller Xbox One funzioneranno su Series X e lo trovate anche nella versione bianca su Amazon.