PlayStation

Silicon Knights vs Epic sull’Unreal Engine 3

Non arrivano solo elogi (e soldi) alla mitica
Epic Games per la sua ultima creazione artistica, l'Unreal Engine 3.  Silicon Knights, uno dei licenziatari del
motore grafico, ha citato Epic per non aver rispettato il contratto di licenza,
consegnando la versione definitiva della tecnologia ben oltre i sei mesi
assicurati dalla distribuzione dei primi development kit per Xbox 360.

Il
ritardo, secondo Silicon Knights, trova i suoi indiziati in Gears of War e Unreal Tournament 3, titoli
di gran successo e su cui Epic si è concentrata anima e corpo, mettendo da
parte il supporto preventivato agli acquirenti della sua tecnologia.

La
software house accusa Epic Games inoltre di non aver comunque rispettato il
contratto di licenza, perché il supporto a chi acquisiva la propria tecnologia
scemava di giorno in giorno, fino a diventare nulla in prossimità del lancio
dei titoli sopraccitati.

Il capo di Silicon Knights, Denis Dyack, ha dichiarato che la battaglia è in corso da qualche tempo senza via di risoluzione: "Per oltre un anno, abbiamo provato a raggiungere un accordo con Epic per risolvere questi problemi senza ricorrere ai tribunali, tuttavia non abbiamo trovato un punto d'incontro ragionevole.  Purtroppo, siamo costretti a rivolgerci alla corte per raggiungere un compromesso".

Come risposta, il vice presidente di Epic Mark Rein ha affermato: "Crediamo che ciò che sia stato detto contro di noi non abbia fondamento e intendiamo difenderci completamente".