Giochi PC

The Mandalorian cita i creatori di Fortnite nei crediti: ecco perché

Disney+ è finalmente arrivato, anche se non sul suolo italiano. Questo non ci ha impedito di iniziare a vedere i prodotti più interessanti del servizio, come ad esempio la serie spinoff di Star Wars, The Mandalorian. Quest’ultima può vantare una particolarità: nei crediti cita Epic Games, ovvero i creatori di Fortnite. Perché? Detto in poche parole, perché The Mandalorian ha sfruttato l’Unreal Engine di Epic Games per girare alcune scene.

Esattamente, però, di cosa stiamo parlando? Jon Favreau ha spiegato che il motore grafico è stato usato per previsualizzare i fondali, così da dare alla troupe e agli attori più punto di riferimento. Come potete vedere nel filmato qui sotto, invece di usare un classico green screen, vengono montati dei pannelli LED sui quali è proiettata la scena. Non solo questo permette di visualizzare meglio quanto si sta andando a riprendere, ma permette anche di agire in tempo reale sul fondale visto che si tratta di un vero ambiente 3D creato al computer.

L’Unreal Engine è un noto motore di sviluppo usato da moltissimi team in ambito videoludico: senza andare troppo lontano, sappiamo che giochi come Star Wars Jedi Fallen Order e The Outer Worlds hanno usato la quarta versione di questo engine. Da qualche tempo, però, anche Hollywood ha iniziato a usarlo: Lucasfilm e il team FX Industrial Light and Magic l’ha sfruttato per The Mandalorian.

Viene anche spiegato che i fondali si adattano alla posizione della telecamera, per rendere le riprese più naturali. Pare inoltre che in alcuni sequenze, all’interno di The Mandalorian, siano state inserite scene girate con gli schermi LED, senza alcun lavoro aggiuntivo. Inoltre, sempre per la questione della pre-visualizzazione, l’Unreal Engine è stato usato per creare versioni VR delle scene.

Potete acqusitare Star Wars Jedi Fallen Order su Amazon, a questo indirizzo.