Xbox

Xbox Series X: Project xCloud non sarà un sostituto alla console

Xbox Series X è la nuova console di casa Microsoft, nome ufficiale di quella che fino a pochi giorni fa chiamavamo Xbox Scarlett. Durante i The Game Awards 2019, Phil Spencer e la divisione Xbox hanno deciso di presentare al mondo l’aspetto della nuova macchina da gioco di Redmond, sorprendendo un po’ tutti. Il futuro del mondo Xbox non è però legato solo a questo nuovo device, ma anche alla piattaforma streaming Project xCloud.

Project xCloud sta convincendo il pubblico nella sua fase di prova “Preview” e, con il suo arrivo in nuove regioni del mondo e con l’introduzione nell’arco del 2020 all’interno di Xbox Game Pass Ultimate, pare destinato a diventare uno dei preferiti dei videogiocatori. La piattaforma di streaming sarà talmente importante da sostituire Xbox Series X, Xbox One e il mondo PC? La risposta di Microsoft è no.

Xbox Series X

Non stiamo cercando di dire alle persone che xCloud sostituirà le loro console o i loro PC da gaming. Crediamo però che avere la possibilità di portare con sé la propria esperienza da gaming, così da poter fare un log in e accedere ai propri amici, giochi, Obbiettivi, salvataggi e libreria, sia un punto fondamentale.” Queste le parole di Phil Spencer.

Spencer ha inoltre reso chiaro che xCloud sarà una parte fondamentale del portfolio di Xbox in futuro e che abilitare il supporto al cloud non richiederà alcuno sforzo addizionale agli sviluppatori. Si tratta quindi di un modo semplice per accedere ai propri giochi, ma non vuole e, considerando il riscontro di Google Stadia, probabilmente non può nemmeno sostituire le console tradizionali, almeno non a brevissimo termine.

Xbox Series X è quindi “al sicuro” e non rischia di essere una macchina da gioco anacronistica o poco utile. Diteci, voi cosa ne pensate?

Xbox Series X è ancora lontana, nel frattempo possiamo giocare con Xbox One: la trovate su Amazon, a questo indirizzo.