Spazio e Scienze

AAA Cercasi cosmonauta per la Luna, max 35 anni

Se siete in cerca di un lavoro e preferireste una professione avventurosa, lontana dalla monotonia del lavoro d'ufficio, sappiate che la Russia cerca cosmonauti per il suo primo atterraggio umano sulla Luna. L'agenzia spaziale russa Roscosmos infatti è alla ricerca di sei-otto persone con un background in ingegneria o nell'aviazione, o comunque che abbiano già al loro attivo esperienze di lavoro nel settore spaziale.

Soviet moon suit side crediti Henristosch
Tuta spaziale russa Krechet, esposta al National Air and Space Museum di Washington

Gli altri requisiti sono: età massima di 35 anni, altezza minima di 1,50 metri e massima di 1,82 metri, peso non superiore a 90 chili. Sergei Krikalyov, direttore esecutivo per i programmi spaziali con equipaggio, ha sottolineato che "non ci sarà alcuna discriminazione basata sul colore della pelle o di genere".

Se qualcuno reputa di avere le carte in regola per potersi candidare, sappia che nel corso della selezione dovrà superare dei test psicologici, fisici e medici. Se vi riterranno idonei dovrete poi sottoporvi a un intenso addestramento: faticoso, ma almeno vi metterete in forma senza spendere soldi in palestra.

A proposito di cosa vi aspetta dopo, al momento non abbiamo molti dettagli. Stando alle fonti il primo allunaggio russo con equipaggio è in programma per il 2031, ma Roscosmos intende lanciare un volo di prova con equipaggio nel 2023.

L'intenzione ultima stando a notizie precedenti dovrebbe essere quella di costruire una base permanente capace di ospitare fino a 12 cosmonauti (all'inizio non più di 4 persone), che si occuperanno sia di ricerca sia di estrazione mineraria. Segnaliamo controindicazioni per chi soffre di claustrofobia, dato che a quanto si apprende dai progetti originari durante i 30 giorni (minimo) di missioni si dovrà vivere in uno spazio per persona di circa 20 metri cubi.

dims
La capsula che poterà i cosmonauti sulla Luna?

Auspichiamo che chi si aggiudicherà il biglietto per il viaggio possa avere in dotazione qualcosa di meglio della Krechet, la tuta spaziale progettata da NPP Zvezda nel 1967 in vista della missione lunare sovietica che non avvenne mai.

Intanto la NASA porta avanti i piani per la base cislunare "Gateway". Parlando all'American Astronautical Society Goddard Memorial Symposium, l'amministratore associato della NASA Bill Gerstenmaier ha spiegato che sono allo studio dei concept per il lancio dei primi componenti dell'avamposto come carichi secondari sui primi voli dello Space Launch System.

lm cislunar
Concept di base cislunare

Nell'avamposto sono previste abitazioni e altri moduli in cui gli equipaggi potrebbero lavorare per lunghi periodi nell'orbita lunare o altrove nello Spazio cislunare. Una sorta di ISS evoluta insomma. Il trasporto degli astronauti sarebbe affidato alla navicella spaziale Orion. A quanto pare gli statunitensi hanno una certa fretta nel portare avanti questo progetto: secondo le fonti lo sviluppo dell'avamposto potrebbe iniziare con la seconda e la terza missione SLS, rispettivamente nominate EM-2 e -3, i primi ad avere la capacità di trasportare carichi secondari di peso fino a diverse migliaia di chilogrammi. Attualmente i programmi di lancio per EM-2 fanno riferimento al 2021.

Insomma, se dovesse andarvi male con Roscosmos potreste sempre provare a mandare il curriculum alla NASA.