Telco

AGCOM, un motore comparativo per le tariffe telefoniche e TV

È dal XIV secolo che viene usato il termine "trasparenza", ma quando si parla di tariffe telefoniche o servizi Internet il concetto sembra diventare vago. Eppure c'è un'ansia diffusa di trasparenza, che il Garante delle Comunicazioni vuole placare inaugurando il suo primo motore di calcolo per la comparazione delle offerte. Le aree di riferimento saranno quelle delle telecomunicazioni e dei servizi televisivi a pagamento.

L'ultimo provvedimento che il Consiglio dell’AutoritaÌ€ (delibera 252/16/CONS) ha adottato riguarda una consultazione pubblica per l'implementazione di nuovi strumenti di tutela per i consumatori. "L’obiettivo del provvedimento è favorire una maggiore consapevolezza nella scelta dei piani tariffari da parte degli utenti in base al proprio profilo di consumo", si legge nella nota ufficiale.

trasparenza

Il cosiddetto "motore" verrà rilasciato nei prossimi mesi e verrà gestito da un soggetto indipendente sotto il controllo di AGCOM. Sarà gratuito e accessibile anche a coloro che sono privi di connessione a banda larga – in tal senso è probabile che si intenda una piattaforma che richiede prestazioni Internet minime.

"Il confronto tra le tariffe dei vari operatori sarà effettuato unicamente sulla base del criterio del prezzo del servizio, tenendo conto della dislocazione geografica e delle abitudini di consumo del consumatore", prosegue la nota.

La buona notizia è che "anche i siti web dei gestori telefonici dovranno rispettare standard precisi in materia di trasparenza, inserendo una pagina dedicata alle tariffe, dove dovranno comparire informazioni chiare e semplici sulle offerte, comprensive di eventuali costi di recesso e di attivazione". Colpo di scena! Gli operatori saranno costretti a rendere chiare le loro offerte.