e-Gov

Ask.com e Microsoft promettono privacy

La privacy in questi mesi è
stata uno degli argomenti caldi, che spesso e volentieri hanno visto
Google nel mirino, accusata di sapere un po' troppe cose sul conto dei
suoi visitatori.

Il motore di ricerca Ask.com, prima di
essere anch'esso messo nel mirino (e senz'altro per ingraziarsi qualche
utente) ha annunciato che metterà a disposizione degli
utenti uno strumento che permetterà a chi lo
vorrà di navigare in modo del tutto anonimo tra le sue
pagine.

AskEraser, questo il nome dello
strumento, assicura che nessuna informazione sia trattenuta dal motore
di ricerca (la famosa data retention) e i navigatori saranno sempre
consci del loro stato di privacy all'interno delle pagine di ricerca.

L'azienda ha deciso di offrire
AskEraser dopo aver portato a termine colloqui privati con il "Center for Democracy &
Technology
", un'organizzazione dedicata allo
sviluppo della libertà civile online. Il diretto del CDT,
Ari Schwartz, parla di AskEraser come uno strumento innovativo e un
passo importante per la libertà in Internet.

Ricordiamo che Google recentemente
è intervenuta su alcuni parametri, riducendo l'archiviazione
dei dati degli utenti a diciotto mesi
e
abbassando il periodo di validità dei propri cookie a 2 anni.

AskEraser sarà disponibile
negli Stati Uniti e in UK nel corso del 2008.

Aggiornamento:

All'iniziativa si è unita anche Microsoft che collaborerà con Ask.