Criptovalute

Bitcoin? Il suo unico scopo è fare da riserva di valore

“L’oro è un po’ inutile”. A dichiararlo è stato il miliardario statunitense Barry Sternlicht, CEO e fondatore di Starwood Capital Group, nonché possessore di bitcoin. Il miliardario ha infatti spiegato di avere fiducia nella popolare criptovaluta proprio in veste di riserva di valore al posto dell’ormai obsoleto oro, perché ha una disponibilità finita, mentre, a suo dire, gli Stati Uniti e altri Paesi dell’Occidente stanno “stampando denaro da ora fino alla fine dei tempi”. Inoltre, ha aggiunto che bitcoin è qualcosa che può essere scambiato a livello globale.

Tuttavia Sternlicht non si è definito un massimalista di bitcoin, spiegando che non crede invece che la criptovaluta abbia un vero e proprio scopo specifico oltre al poter essere utilizzata come riserva di valore. Per quanto riguarda l’oro, Sternlicht ha poi appunto affermato che questo metallo prezioso “è un po’ inutile, anche se ha alcuni casi d’uso industriali”, spiegando però di non essere nemmeno d’accordo col CEO di JP Morgan, Jamie Dimon, che recentemente aveva definito bitcoin inutile.

Insomma Sternlicht si riconosce in una posizione intermedia in cui non nega completamente l’utilità di bitcoin, ma gliela riconosce solo quando al criptovaluta viene utilizzata come riserva di valore. Il dibattito sul fatto che le criptovalute non siano vera valuta del resto risale al loro debutto ed è ancora più attuale che mai, non avendo ancora trovato una risoluzione univoca.