Tom's Hardware Italia
e-Gov

Bonus cultura ai diciottenni confermato per chi è nato nel 2000

Il ministro per i beni culturali, Alberto Bonisoli, ha firmato il decreto per sbloccare il bonus cultura per i neo diciottenni. Sarà pubblicato a breve sulla Gazzetta Ufficiale.

Bonus cultura ai diciottenni confermato per chi è nato nel 2000. I 500 euro del bonus cultura per i diciottenni sono confermati. Chi è diventato maggiorenne o lo diventerà entro la fine dell’anno potrà registrarsi entro il 30 giugno 2019 e spendere il credito ottenuto entro il 31 dicembre 2019. Il ministro per i beni culturali, Alberto Bonisoli, ha già firmato il decreto, che sarà pubblicato a breve sulla Gazzetta Ufficiale.

La notizia è stata diffusa dall’Associazione italiana degli editori (AIE), che l’ha commentata positivamente. La firma del decreto attuativo – si legge in un comunicato dell’AIE – è arrivata dopo il recente appello che tutto il mondo dell’editoria ha rivolto al governo. “Parliamo a nome di tutti gli editori – ha detto il presidente dell’AIE, Ricardo Franco Levi – ma siamo sicuri che insieme a noi condividono soddisfazione e plauso l’intero mondo del libro e, soprattutto, i giovani 18enni che avranno così a disposizione un fondo per acquistare libri. Il bonus cultura si è rivelato lo strumento che più ha aiutato la lettura negli ultimi anni. È un grande aiuto ai ragazzi, alle loro famiglie e a tutto il mondo del libro, anche in vista del Natale”.

Per avere il bonus, i neo diciottenni dovranno procurarsi lo SPID – il sistema pubblico per l’identità digitale – e registrarsi sul sito https://www.18app.italia.it/. Si possono spendere i 500 euro per libri, cinema, musica, concerti, eventi culturali, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.