Telco

BTicino per il fiber-to-the-home, perché si cabla per legge

BTicino ha presentato una serie di apparecchiature per gestire l'accesso della fibra ottica negli edifici e negli appartamenti. Come prevede la Legge 164/2014, dal primo luglio 2015 tutte le nuove costruzioni devono prevedere "un'infrastruttura fisica multiservizio passiva interna" per le comunicazioni elettroniche.

schema fibra ottica

In pratica devono disporre di punti accesso fibra, terminazioni di rete per ogni unità abitativa e godere di una certificazione per la banda larga.

Nello specifico per il fiber-to-the-home devono essere presenti Centri Servizi Ottici di Edificio (CSOE), Scatole di Terminazione Ottica d'Appartamento (STOA) e Terminali di Testa TV/Satellite.

Scatola di Terminazione Ottica Appartamento
Scatola di terminazione

BTicino si è concentrata sui cavi ottici di connessione tra i punti di accesso delle singole unità immobiliari e i distributori di segnali posti nei locali tecnici. Le scatole di terminazione hanno "un conduttore ottico 4 fibre già preterminato su connettori SC/APC monomodali 9/125 e sistema di tiraggio in due misure standard da 30 o 50 metri".

Ogni cavo a 4 fibre ottiche, destinate rispettivamente a TV (Fibra digitale Terrestre DVB/T), SAT (Fibra satellite DVB/S), FTTH2 (fibra segnale di operatore TLC 2), FTTH1 (fibra segnale di operatore TLC 1), dall'appartamento arriva in Centro Servizi Ottici. I 4 connettori vengono poi attestati su una rastrelliera che identifica il singolo appartamento e la tipologia delle singole fibre.

Centro Servizi Ottici aperto
Centro servizi ottici aperto

"In ogni appartamento, la Scatola di terminazione ottica BTicino può essere installata a muro, o su guida DIN in quadro di distribuzione segnali di appartamento o Flatwall Bticino", si legge nella nota ufficiale.

Il Centro Servizi Ottici di Edificio (CSOE) consente di connettere le fibre provenienti da ogni Scatola d'appartamento, per un massimo di 8 unità abitative, ad una rastrelliera utile all'operatore di TLC per i segnali provenienti dal sottosuolo. Le fibre TV e satellite provenienti dal Centro Servizio Ottico di Edificio dedicato (CSOE TV) saranno splittate per gli 8 appartamenti con splitter 1×8.

"Il cavo preconnesso, dall'appartamento arriva al Centro Servizi dove i 4 connettori verranno attestati su una rastrelliera che identifica il singolo appartamento e le singole fibre dello stesso.Per più di 8 appartamenti i Centri Servizi vengono installati in cascata uno sotto l'altro", prosegue la nota.

Insomma, non resta che attendere la fibra fuori dagli appartamenti, i nuovi saranno già cablati.