Home Cinema

Compra un lettore e ci trova gli x-files

Chris Ogle credeva di aver comprato un lettore MP3 usato ad un prezzo vantaggioso, solo 15 dollari. Si è trovato con un dispositivo che non legge musica, ma pieno di dati sull’esercito statunitense.

All’internodel dispositivo Ogle ha trovato 60 pagine di documenti, che vanno dai dati personali dei soldati fino alle informazioni sulle missioni e sugli equipaggiamenti. Sono saltati fuori anche dei numeri telefonici funzionanti.

Non è certo la prima volta che assistiamo ad incidenti del genere, ma ogni volta è stupefacente vedere come informazioni che dovrebbero essere sotto stretta sorveglianza circolino con tanta facilità.

C’è n’è per tutti i gusti: dal furto di hard disk a sofisticati attacchi informatici, passando per un uso disattento e pericoloso di Twitter.

Il caso di Ogle è comunque bizzarro: perché archiviare dati sensibili su un lettore musicale, per poi dimenticarsene quando lo si rivende come usato? L’unica consolazione è che i dati più recenti risalgono al 2005, pur includendo informazioni sulle campagne di Iraq e Afghanistan.