Fotografia

Corpo macchina ed ergonomia


Pentax K-1 Mark II
Sensore
Full frame
Risoluzione
36,4 Mpixel
Autofocus
33 punti
Processore d'immagine
PRIME IV
Innesto obiettivo
Pentax K, KA, KAF, KAF2 e KAF3, FA
Pagina 2: Corpo macchina ed ergonomia

La K-1 II, già dall’aspetto, evidenzia la tipica impronta “Pentax” fatta di sostanza, eccellente cura costruttiva, robustezza. Un corpo di chiara impostazione pro che appena preso in mano colpisce per il peso: oltre 1 kg, inclusa batteria e scheda di memoria, che diventano 1,82 kg con lo zoom 24-70 fornitoci in dotazione.

pentax k 1 II foto articolo 008
La Pentax K-1 II a confronto con la Canon EOS 6D, entrambe reflex full frame

Trattandosi di un prodotto di fascia alta, la qualità costruttiva è particolarmente elevata. L’esterno è realizzato in lega di magnesio, che fornisce un’ottima resistenza agli urti e la schermatura elettromagnetica per i delicati circuiti interni. Insieme ad un telaio metallico ad alta rigidità, la K-1 II forma una struttura composita che assicura durata e affidabilità nelle condizioni d’uso più estreme.

pentax k 1 II foto articolo 009

A tenuta di polvere e intemperie, a patto di utilizzare gli obiettivi Pentax AW o WR, questa reflex è operativa già -10 ℃. Si noti che AW significa All Weather (costruzione a tenuta di polvere e intemperie), mentre WR Weather Resistant (costruzione semplificata resistente alle intemperie).

pentax k 1 II foto articolo 010

La tropicalizzazione previene l’ingresso di acqua, sabbia e polvere nella fotocamera. Ben 87 sono le guarnizioni disposte sul solo corpo macchina, compresi i comandi operativi come pulsanti e ghiere, sportellini ecc.

pentax k 1 II foto articolo 011

Il battery grip D-BG6 opzionale, pur nella sua semplicità, presenta ovviamente le stesse caratteristiche di impermeabilizzazione e robustezza oltre a rivelarsi quasi indispensabile per chi utilizza professionalmente l’attrezzatura. Con il rimando dei più importanti controlli anche se usato in posizione verticale, diventa di notevole supporto soprattutto per avere una presa ottimale della fotocamera, senza assumere posizioni poco naturali. La possibilità di poter contare su un’altra batteria estende notevolmente le possibilità di scatto:

pentax k 1 II foto articolo 012

Il livello di finitura è all’altezza delle aspettative.

Il corpo macchina è pieno di ghiere e pulsanti, una scelta certo voluta pensando ad un utilizzo professionale o semiprofessionale. Teniamo conto, infatti, che più gli stessi sono ad accesso diretto, meno bisogna entrare nei menu a tutto vantaggio del risparmio di tempo! Gestire tutta questa pletora di comandi, che in un primo momento potrebbe disorientare anche perché se ne trovano di nuovi rispetto a quelli diffusi fra le (poche) macchine della stessa categoria, e al contempo garantire una ergonomia corretta non è affatto semplice. Pentax ha fatto un ottimo lavoro, colmando quelle che erano delle osservazioni mosse a suo tempo sulla K-3 II.

pentax k 1 II foto articolo 013

Rispetto a quest’ultima, è stato introdotto un nuovissimo “sistema operativo” chiamato Smart Function, per armonizzare svariate funzionalità con la massima facilità d’utilizzo. Questo funzionale concetto operativo permette di scegliere e impostare rapidamente la funzione desiderata tramite due ghiere poste sulla calotta della fotocamera, senza che si debbano aprire schermate o menu sul monitor LCD:

pentax k 1 II foto articolo 014

Ghiera funzione Ghiera impostazione
? Non attiva
+/- Variazione nel valore di compensazione dell’esposizione
ISO Variazione nella sensibilità ISO
CH/CL Commutazione tra i modi Scatti continui (scegliendo fra tre modalità di scatto) e Scatto singolo
BKT Variazione nel valore di bracketing nella ripresa con bracketing
HDR Cambiamento della modalità di ripresa HDR
Grid Ripresa con mirino: ON/OFF Ripresa Live View: cambiamento del tipo di griglia
SR Ripresa fotografica: ON/OFF del meccanismo SR Registrazione filmato: ON/OFF della funzione Movie SR
Crop Cambiamento dell’impostazione di ritaglio
Wi-Fi ON/OFF

I tasti posti accanto alla baionetta sono facilmente azionabili dal pollice della mano sinistra:

pentax k 1 II foto articolo 015
Accanto all’innesto dell’obiettivo troviamo il tasto di blocco temporaneo delle ghiere e pulsanti, il tasto RAW/Fx1 per assegnare una funzione specifica, quello per cambiare il modo (o l’area) dell’autofocus e la levetta per selezionare la MAF automatica o manuale

La presa è salda e il grip efficace, grazie alla sagomatura di alcune parti della macchina.

Sul lato superiore, spicca a sinistra la ghiera dei modi e sulla destra, in aggiunta alle due ghiere già citate, il piccolo display LCD retroilluminato di verde. La retroilluminazione può essere attivata su richiesta premendo l’apposito pulsante.

pentax k 1 II foto articolo 016
Il display superiore fornisce alcune informazioni basilari come tempo/diaframma/ISO, compensazione dell’esposizione, bracketing, scheda in uso, durata batteria ecc.

La vista posteriore, oltre al monitor da 3,2″ completamente articolato, mette in evidenza tutti i comandi di uso più frequente, cui è associata la relativa funzione.

pentax k 1 II foto articolo 017

Manca il tasto diretto Q (Quick Menu) semplicemente perché… non serve! Il tasto INFO, a rotazione, cambia infatti la visualizzazione del display e in uno dei quattro modi si ha la schermata equivalente al Quick Menu.

pentax k 1 II foto articolo 018

pentax k 1 II foto articolo 019

L’alloggiamento per le SD card consente di utilizzare due schede di memoria:

pentax k 1 II foto articolo 020
Con 2 schede, si può usare “Uso sequenziale” per la registrazione continua (riempita una, inizia l’altra), “Salva su entrambe” per la registrazione simultanea (back up) e “Separa RAW/JPEG” per registrazioni separate in base al formato. E’ anche possibile copiare le immagini da una scheda all’altra

Appena sotto vi è la presa per il telecomando esterno, mentre dall’altro lato un totale di tre sportellini occultano rispettivamente la presa per il microfono esterno, quella della cuffia,

mini HDMI, USB e l’ingresso per l’alimentatore DC esterno a 8,3 V, caratteristica che nelle altre macchine, quando presente, è resa in genere possibile dall’utilizzo del battery grip:

pentax k 1 II foto articolo 021

Il comparto che alloggia la batteria è dotato di una chiusura di sicurezza:

pentax k 1 II foto articolo 022

Insomma, anche dal punto di vista costruttivo la macchina adotta soluzioni pensate per gli utenti del mondo prosumer e professionale.