e-Gov

Facebook vi fa dire grazie e riscrive le regole sulla privacy

Privacy, pubblicità, ringraziamenti: sono queste le novità a cui sta lavorando Facebook per aumentare il coinvolgimento degli iscritti e dissipare ogni dubbio o reticenza sulla privacy.

L'iniziativa più nazional popolare è senza dubbio Say Thanks, che è stato tradotto con "Di' grazie a qualcuno": come suggerisce il nome è fatto per ringraziare un amico via social. Si fa in pochi e semplici passaggi: basta selezionare il nome della persona, scegliere uno fra i temi grafici preimpostati e una selezione di foto fra quelle pubblicate sul social (se ne possono anche aggiungere ad hoc).

Il tool comporrà automaticamente un video di una quarantina di secondi e lo pubblicherà online sul proprio Diario con i tag necessari per recapitare la notifica al destinatario. Funziona sia da browser sia via app.

Facebook: Di' grazie a qualcuno

Facebook: Di' grazie a qualcuno

All'iniziativa giocosa se ne affiancano anche di più serie, in particolare la stesura delle nuove normative sulla privacy che comprendono anche riferimento diretti alla pubblicità. Erin Egan, Chief Privacy Officer di Facebook, anticipa l'introduzione di una serie di novità.

La prima è Basics Privacy, una mini guida online per aiutare gli utenti a capire come viene gestita la privacy, che risponde alla tre domande di base: Cosa vedono gli altri su di te, Come interagiscono le altre persone con te e Cosa vedi tu.

La cosa più importante è che stanno per essere aggiornati i termini sulla gestione e la tutela della privacy, la politica di gestione dei dati e quella dei cookie. Non ci sono cambiamenti concreti nel funzionamento del social network, semplicemente vengono spiegati meglio, con maggiori dettagli, i sistemi usati per la gestione delle pubblicità mirate, della geolocalizzazione, del pulsante Buy nei Paesi in cui è attivo, e molto altro.

Facebook privacy

Facebook privacy

Un'iniziativa all'insegna della trasparenza insomma, come potete notare dando un'occhiata alla pagina dedicata, che vi invitiamo a leggere. Facebook vi dà tempo fino al 20 novembre per commentare esprimendo la vostra opinione ed eventualmente scrivendo suggerimenti per migliorare ancora di più il documento. Poi sarà attivo a tutti gli effetti.

Secondo voi cosa dovrebbe migliorare/cambiare Facebook?