Tom's Hardware Italia
Telco

Fibra Enel-Telecom Italia, foto del test pilota in Puglia?

Gravina di Puglia potrebbe essere una delle città dove ENEL e Telecom Italia stanno sperimentando il cablaggio fibra FTTH. Ecco le prime foto della configurazione armadi.

Enel e Telecom Italia stanno collaborando sul progetto fibra che porterà la connettività ultra-broadband nelle case degli italiani? L'AD Enel Francesco Starace il 16 marzo in audizione al Senato ha spiegato che da mesi sono in atto test pilota in diverse città d'Italia. Gravina di Puglia, in provincia di Bari, potrebbe essere una di queste e sul sito Ifratel risulta catalogata come area bianca (Cluster C o D), quindi a fallimento di mercato.

Armadio ENEL a sinistra, tombino Telecom e cabinet Telecom
Armadio ENEL a sinistra, tombino Telecom e cabinet Telecom 

Tom's Hardware può mostrarvi in anteprima quella che sembra essere la configurazione di cabinet adottata dalle due aziende in molte zone della città, ma potrebbe essere anche solo un nuovo tipo di armadio. In questi mesi, in linea con i progetti di sviluppo Infratel, a Gravina di Puglia sono state realizzate mini-trincee per la posa della fibra. Nelle foto si vede chiaramente che una di queste tracce termina con un tombino Telecom Italia che è posizionato al di sotto di un nuovo armadio ENEL, non ancora alimentato. Da rilevare che accanto è presente anche un vecchio armadio Telecom Italia.

alimentazione JPG
Normalmente si usano armadi più piccoli per la sola alimentazione (destra)

Com'è risaputo ENEL con la sua newco Open Fiber ha intenzione di posare fibra spenta in collaborazione con gli operatori sia per raggiungere i nuovi contatori di elettricità – e quindi fornire nuovi servizi avanzati, sia per agevolare lo sviluppo delle architetture fiber-to-the-home.

Mini-trincee per la fibra
Mini-trincee per la fibra

In base ai progetti di sviluppo Enel – 224 città raggiunte da FTTH in collaborazione con gli operatori –  l'esperimento pugliese potrebbe essere un esempio di quel che ci attende.

Armadio ENEL
Armadio ENEL

Siamo in attesa di una risposta da parte di Telecom Italia, mentre ENEL ci ha confermato una lunga lista di città-pilota. Gravina di Puglia non sembra essere presente negli elenchi sottoposti al Senato, ma è pur vero che lo specifico documento è parziale. Ecco spiegato il motivo per cui non è stato ancora diffuso pubblicamente.   

Un sentito ringraziamento per le foto, al nostro lettore Michele Loverre.

Aggiornamento. TIM fa presente che a Gravina di Puglia sta operando esclusivamente nell'ambito di quanto già definito dal progetto Banda Ultra Larga (BUL), promosso da MISE, Infratel e Regione Puglia e aggiudicato a Telecom Italia per la posa dell'infrastruttura in fibra ottica che riguarda 149 Comuni pugliesi e precisa quindi che non si tratta di alcun progetto pilota, ma di un cabinet predisposto per la fornitura di energia elettrica. Dove necessario infatti viene installato un armadietto nei pressi di ogni cabinet stradale al fine di consentire – a TIM e agli altri operatori – di ospitare la fornitura di energia elettrica per l'attivazione degli apparati stradali, necessari all'erogazione del servizio di banda ultralarga.

TIM ricorda che per quanto riguarda il piano di banda ultralarga a fine marzo saranno raggiunti 1.000 comuni italiani e che l'azienda per il progetto di fibra ottica mette in campo cinquecento centrali primarie, 10.000 di linea, 150.000 armadi stradali, 5,5 milioni di box che servono singoli palazzi e 33 milioni di borchie di proprietà già installate direttamente nelle singole abitazioni.